Roseto, via le barriere architettoniche: Comune collabora con le scuole

Roseto. La Giunta, come anticipato dall’assessore all’Urbanistica Orazio Vannucci, ha provveduto ad approvare l’atto di indirizzo propedeutico alla stesura del Peba, ovvero il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

“Questo importante passo di civiltà”, come lo ha definito l’assessore, non è stato isolato, ma è stato accompagnato da una fase di interlocuzione con l’istituto Moretti per coinvolgere gli studenti nell’elaborazione del piano, grazie alla disponibilità della preside Del Gaone. Nelle prossime settimane la collaborazione verrà estesa e promossa in altre scuole rosetane. A settembre questa collaborazione, le cui basi sono state già gettate, prenderà forma in una convenzione che prevede l’utilizzo dei ragazzi del Moretti per i rilievi e le misurazioni che verranno eseguite sul territorio e che verranno messe a disposizione del piano per la rimozione delle barriere architet-toniche e acustiche.

Contestualmente all’atto di indirizzo, sono state approvate anche le linee guide con un cronoprogramma del lavoro da svolgere nei prossimi mesi.  Il prossimo passaggio prevede un coinvolgimento delle associazioni di rappresentanza dei disabili e la costituzione di un tavolo interno.Tra le finalità del piano figurano un censimento delle aree pubbliche, degli edifici pubblici oggetto di interesse e dei servizi da rendere accessibili. C’è poi la classificazione del patrimonio immobiliare, e infine un censimento delle barriere già presenti nei luoghi pubblici che rappresentano un ostacolo alla disabilità motoria e sensoriale.

“Al termine di questo lavoro – dichiara l’assessore Vannucci– pro-grammeremo gli interventi di graduale rimozione delle barriere architettoniche, realizzeremo i lavori sugli edifici e gli spazi pubblici in modo che siano fruibili da un’utenza il più ampia possibile e andremo a disciplinare una normativa integrativa al regolamento edilizio. Una volte concluse le fasi preliminari, procederemo alla redazione del Peba e alla sua approvazione in Consiglio. Ci attende un lavoro complesso e certosino – prosegue Vannucci – ma siamo pronti a questo sforzo che vogliamo compiere unitamente alle scuole di Roseto in modo che questa grande operazione di ‘urbanistica sensibile’ si accompagni a uno sforzo di con-sapevolezza da parte delle giovani generazioni che devono sentirsi parte integrate di una Roseto migliore e maggiormente orientata verso i più deboli. Ringrazio il sindaco Sabatino Di Girolamo che con me ha condiviso e sostenuto questo programma che ha trovato un consenso plebiscitario in seno alla maggioranza”.