Sicurezza sulla fascia costiera durante l’estate: il Comitato per l’ordine pubblico riunito a Tortoreto

Tortoreto. Sicurezza e iniziative per l’estate nei comuni costieri. Questa mattina al Comune di Tortoreto si è tenuta una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica relativamente ai sette comuni della fascia costiera.

 

Erano presenti il sindaco Domenico Piccioni, il prefetto Graziella Patrizi, ai responsabili delle forze dell’ordine, la guardia costiera, gli amministratori e i rappresentanti delle polizie locali dei comuni costieri di Martinsicuro, Alba Adriatica, Giulianova, Roseto, Pineto e Silvi.

 

Nell’occasione, sulla scorta dei favorevoli risultati della scorsa stagione estiva, i presenti hanno rinnovato il comune impegno per realizzare una sempre maggiore sicurezza nelle aree costiere in detto periodo, incrementando la collaborazione tra le forze di Ppolizia statali e municipali ed implementando le iniziative locali concernenti il monitoraggio dei territori ed il miglioramento delle condizioni di vivibilità degli stessi: incrementi stagionali degli organici delle polizie locali e dei servizi notturni,  monitoraggio delle residenze, contrasto all’abusivismo commerciale.

 

Particolare soddisfazione è stata espressa per l’estensione, in ulteriori cinque Comuni della provincia (Martinsicuro, Alba Adriatica, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi) del Progetto ministeriale “Spiagge Sicure”, che prevede l’erogazione di contributi finalizzati all’attuazione di iniziative di contenimento, in tali territori, dei fenomeni di abusivismo commerciale e della contraffazione di merci. L’iniziativa lo scorso anno, realizzata nei Comuni di Tortoreto e Giulianova, ha avuto ottimo riscontro.

 

Il Prefetto Patrizi ed i componenti del Comitato hanno fornito rassicurazioni circa la richiesta – da formalizzarsi nei prossimi giorni al Ministero dell’Interno – di potenziamento degli organici dei Comandi Stazione dei Carabinieri collocati lungo la costa e di invio di unità di rinforzo della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, ai fini di un maggior controllo preventivo del territorio e per il contenimento delle principali problematiche correlate ai flussi turistici.

 

I dispositivi coordinati di vigilanza estiva, formeranno oggetto di ulteriori riunioni del comitato e dei tavoli tecnici delle Forze di Polizie, per le quali i Sindaci hanno espresso parole di gratitudine e di ringraziamento per l’impegno quotidianamente profuso.