Silvi, il Sindaco tira le prime somme: “L’estate più sicura degli ultimi anni”

Silvi. “La stagione che sta volgendo al termine – ha dichiarato il sindaco Andrea Scordella, primo sindaco della Lega in Abruzzo – è stata caratterizzata come l’estate più sicura degli ultimi anni, grazie anche alle indicazioni e alla fattiva collaborazione assicurataci dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, al quale confermiamo tutta la nostra fiducia ringraziandolo per il suo interessamento costante ai problemi della nostra città e della nostra regione. Dall’esame dei primi risultati che abbiamo registrato emerge un quadro confortante che testimonia la validità delle scelte che l’amministrazione comunale ha operato fin da maggio. Ha funzionato magnificamente – ha evidenziato il sindaco Scordella – la sinergia che abbiamo messo in campo con il Prefetto e il Questore di Teramo insieme ai presidi provinciali e zonali di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, oltre alla nostra Polizia Locale. Si è trattato di una efficace azione congiunta tesa soprattutto a prevenire i reati. Pattuglie delle diverse forze dell’ordine hanno presidiato 24 ore su 24 il territorio, con particolare attenzione alle zone sensibili, che hanno consentito di sentire costantemente il polso della situazione.

Sono state poche – ha specificato il sindaco Scordella – le azioni malavitose degne di rilievo tutte, comunque, tenute sotto stretto controllo. Particolarmente riuscita la lotta ai decibel selvaggi che hanno tormentato la vita di tanti cittadini e turisti negli anni scorsi, grazie alla chiarezza e alla determinazione con cui abbiamo affrontato questo antico problema insieme agli esercenti che, con senso di responsabilità, hanno aderito alla nostra campagna di prevenzione. Altra nota positiva l’abbiamo registrata nella sicurezza garantita ai cittadini in occasione dei tanti eventi organizzati sia dal nostro assessorato alla Cultura e Turismo e che da imprenditori privati. Unica nota stonata, per la quale chiedo scusa a tutti i cittadini, agli operatori turistici, ai titolari di esercizi pubblici e ai turisti, è il disagio procurato dal mancato regolare svolgimento della raccolta dei rifiuti urbani derivato dall’equivoca interpretazione di un passaggio contenuto nel Regolamento di Igiene comunale e sulla sua attuazione da parte della ditta appaltatrice del servizio. A settembre tireremo le somme dell’andamento generale della stagione estiva e dai risultati, positivi e negativi, che emergeranno ripartiremo per pianificare la stagione 2020 con l’obiettivo di migliorare i nostri servizi e la nostra offerta turistica”.