Silvi, “negozi e ristoranti pieni…nonostante le strisce blu”

Silvi. Il presidente della Confesercenti Abruzzo Daniele Erasmi, in base a quanto raccontato dal Comune di Silvi; giorni fa, avrebbe prefigurato ripercussioni negative ai commercianti di Silvi a causa dei parcheggi a pagamento che tanto stanno facendo discutere.

“I fatti stanno smentendo clamorosamente la Confesercenti Abruzzo. Sabato e domenica, giorni di maggiore afflusso di turisti per il week end, gli stalli a pagamento erano quasi introvabili”, si legge in una nota del Comune. “Non solo. Quasi tutti i locali delle zone interessate dal parcheggio a pagamento sia a pranzo che a cena hanno registrato presenze e incassi che nello stesso periodo degli anni scorsi nemmeno si sognavano. Chi ha buona memoria – ha aggiunto il sindaco Andrea Scordella – ricorderà che negli anni scorsi, quando non c’erano ancora le strisce blu, nei primi week end di luglio ristoranti, pizzerie, pub, bar, gelaterie e negozi hanno sofferto non poco per la scarsità di clienti. Quest’anno, grazie a Dio, il fenomeno è in netta controtendenza con esercizi che stanno registrando l’en plein, soprattutto la sera”.

“Va anche doverosamente evidenziato”, conclude il primo cittadino, “che quest’anno la sera il lungomare non appare mai intasato dalle auto, con buoni riflessi per la vivibilità dell’ambiente e con minori pericoli per le persone. E mentre il traffico di auto appare diradato, si anima decisamente l’ampia passeggiata. Circostanza questa che favorisce la curiosità e l’interesse dei turisti che si fermano a osservare le merci esposte nelle vetrine del centro”.