Silvi, vicenda rifiuti: l’Amministrazione fa il punto della situazione

Silvi. Su incarico dell’assessore all’ambiente Alessandro Valleriani, il dirigente del servizio, ingegner Nazzareno Ferrante, in rappresentanza dell’Ente, ha avuto un incontro con l’amministratore della Diodoro Ercole Diodoro, con il quale è stato concordato che si procederà con controlli sul conferimento dei rifiuti più soft con la modalità “a campione” e non “a tappeto” almeno fino al 30 settembre.

“Fin dall’inizio – ha detto l’assessore Valleriani – abbiamo pensato che i controlli dovessero essere compiuti a campione con una certa tolleranza nei primi tempi. Per monitorare i controlli nel Regolamento abbiano previsto che il soggetto preposto fosse la Polizia locale. Purtroppo tra l’Ente e la ditta c’è stata una diversa interpretazione del regolamento che è stata superata, per risolvere l’emergenza, con l’ordinanza del Sindaco. All’indomani della situazione critica dei primi di agosto, abbiamo aperto un tavolo di lavoro con il gestore e trovato la soluzione. Va dato atto al titolare Ercole Diodoro della sua fattiva collaborazione che ha compreso le difficoltà riscontrate e le necessità del paese visto il periodo dell’anno. Non nego che siamo rimasti un po’ sorpresi nel riscontrare, a dodici anni dall’entrata in vigore della raccolta differenziata, così tanta difficoltà e disagio da parte di molti cittadini e attività commerciali nel corretto conferimento dei rifiuti. Anche se, allo stesso tempo, è venuto fuori che c’è una buona parte della città che è attenta e scrupolosa nella selezione dei rifiuti. Le maggiori difficoltà sono state riscontrate nei condomini, stabilimenti balneari ed alberghi, tipologie di utenze che hanno oggettivamente delle difficoltà, pertanto stiamo già valutando di agire per supportarli verso una migliore performance. Chiediamo ai cittadini di continuare a migliorare la raccolta differenziata perché è necessario ridurre la quantità di rifiuti da conferire nelle discariche che hanno un enorme impatto ambientale che pagheranno le generazioni future, oltre ad essere l’unico modo per ridurre la tassa sui rifiuti”.

“Rileviamo – dichiarato il sindaco Andrea Scordella – che sono stati segnalati molti fenomeni sgradevoli in cui dei cittadini conferivano i propri rifiuti non conformi in bidoni di terzi, soprattutto condominiali o di attività commerciali che hanno accesso su aree pubbliche o addirittura per strada. Tali comportamenti sono inaccettabili. E’ solo a queste persone che mi riferivo quando parlavo di sporcaccioni e maleducati. Per ridurre questi fenomeni occorre l’impegno di tutti. L’obiettivo da raggiungere é il 65% di raccolta differenziata che, ne sono certo, è alla nostra portata e ci consentirà di ridurre la TARI”.