Teramo, concorso di idee sull’economia circolare per le scuole superiori. L’iniziativa FOTO

Teramo. Il progetto “Go Green Red Blue”, giunto alla seconda edizione, è stato presentato questa mattina nell’aula magna dell’istituto Di Poppa dalla preside Caterina Provvisiero, dall’associazione Ricreate rappresentata da Pina Piccirilli e dall’università di Teramo, con Massimo Lupino dell’ufficio tecnico.

 

Novità di quest’anno è il concorso per l’ideazione e progettazione di un allestimento di tipo artistico, secondo i criteri dell’economia circolare, da posizionare nella rotonda vicino l’ingresso dell’ateneo. L’iniziativa, rivolta a singoli o anche ad intere classi o gruppi di massimo 25 studenti, mette in palio l’iscrizione gratuita per il primo anno all’università di Teramo.

 

La collaborazione con quest’ultima ha portato infatti a un importante evoluzione dell’evento: oltre a tre giornate di formazione e informazione organizzate nel maggio prossimo ci saranno anche degli incontri formativi sui temi dell’economia circolare, con la partecipazione del Gestore dei servizi energetici e dell’ateneo teramano. Il bando integrale del concorso sarà consultabile sul sito www.unite.it.

 

Nel corso della presentazione ha così illustrato Caterina Provvisiero: “Quando gli amici di Ricreate mi hanno proposto questo progetto io ho accettato immediatamente: quest’ultimo, infatti, fa parte dei messaggi di cultura di base che la nostra scuola vuole dare. Questo evento colloca la scuola come struttura aperta al territorio”.

 

Interviene anche Pina Piccirilli: “La Provincia di Teramo ci ha messo in contatto con delle aziende innovative del settore del riciclo, affinché potessero costruire con noi la “tavolozza dei ragazzi” ovvero tutti i prodotti che escono fuori dagli impianti di recupero. Attraverso questa iniziativa chiediamo ai giovani di valorizzare, attraverso la fantasia, questi materiali: un esercizio fondamentale di economia circolare, per trasformare lo scarto in risorsa”.

 

ANDREA URSINI