Teramo, dispositivi salva ambiente per gli automezzi dell’IZS: sabato la consegna

Teramo. L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise da sempre ha un approccio sistematico alla cura della salute animale e dell’uomo, che è inscindibile da un ambiente sano, secondo una prospettiva One Health. In questa ottica l’Ente ha guadagnato prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale, ad esempio nella ricerca di contaminanti ambientali persistenti. La particolare attenzione all’ambiente è enfatizzata dall’avere nel territorio di competenza parchi, oasi e riserve naturali che compongono un sistema protezionistico di interesse europeo.

Oggi più che mai la tutela ambientale deve passare anche attraverso buone pratiche quotidiane e attività non strettamente professionali. Ecco perché l’IZSAM già da alcuni anni ha drasticamente ridotto l’utilizzo della carta digitalizzando gran parte dei servizi e, a inizio 2019, ha avviato il percorso Plastic Free in linea con la strategia del Ministero dell’Ambiente e dell’Unione Europea.

Ed ecco perché, quindi, ha accettato di buon grado l’offerta dell’azienda Dukic Day Dream che ha brevettato dispositivi innovativi per ridurre le emissioni inquinanti da combustione di idrocarburi delle autovetture. Sabato 13 luglio, alle ore 9:30, nel piazzale di Campo Boario a Teramo, tre di questi dispositivi verranno montati su altrettanti mezzi del parco macchine dell’Istituto: un’autovettura Peugeot 206, un’autovettura Fiat Scudo da 9 posti e una mini pala Komatsu. I tecnici dell’azienda produttrice procederanno alla consegna, al montaggio e ai test tecnici di prova dei dispositivi Tre “D”, appannaggio degli organi di informazione e di chiunque vorrà saperne di più. L’obiettivo è dimostrare che il loro utilizzo ottimizza la combustione e produce benefici nella riduzione degli inquinanti emessi dal motore, ad esempio il monossido di carbonio che può diminuire fino al 90%. Inoltre che il filtro, di durata illimitata, non ha bisogno di manutenzione o additivi e può produrre un risparmio del carburante fino al 10%, allungando la vita del motore del triplo.

Alla prova di sabato mattina saranno presenti anche tecnici di un laboratorio accreditato di Modena. A rappresentare l’IZSAM ci sarà il Direttore Amministrativo Lucio Ambrosj che ha dichiarato: “Abbiamo accolto con piacere il ‘regalo’ che l’azienda produttrice del moderno brevetto ci ha voluto fare riconoscendo esplicitamente il nostro impegno in favore dell’ambiente che non si limita soltanto alla sfera delle attività di carattere istituzionale”.