Teramo, il Sappe: “Sfollate i detenuti di Castrogno”

La casa circondariale di Teramo al collasso per cui il Sappe, il sindaco di polizia penitenziaria provinciale, chiedo lo sfollamento urgente dei detenuti.

Con una missiva inviata al direttore del carcere Liberatore ed al Provveditore Regionale Cinzia Calandrino, gli agenti sottolineano di essere allo stremo perché da settimane non possono fruire dei riposi e dei congedi per far fronte a tutte le necessità ed essendo, come sottolinea il Sappe in una nota, ancora in sottonumero.

”Si chiede uno sfollamento di almeno venti detenuti e l’assegnazione di dieci unità di polizia penitenziaria per far fronte alle emergenze”, dice anche il Sindacato provinciale di polizia coordinato da Giuseppe Pallini.

La missiva è indirizzato anche al segretario regionale del Sappe, Donato Capece, chiamato ad intercedere presso il Ministero di Giustizia per far conoscere la situazione di Castrogno.



In questo articolo: