Teramo, la Cgil: “Mercato del lavoro in regressione”

La Cgil Teramo denuncia segnali di regressione sul mercato del lavoro della provincia.

Un dato preoccupante che emerge dal report presentato dal sindacato nella giornata odierna.

Ancor più preoccupante è la situazione dei giovani: tocca il 30 per cento nella provincia di Teramo, con un dato medio di 10,1 per cento. Nel 2007, era del 5,5 per cento.

Altra informazione preoccupante che emerge dal report è la cassa integrazione straordinaria, aumentata del 160 per cento rispetto allo scorso anno, soprattutto nei settori tessile e meccanico.

“La politica e le Istituzioni devono far qualcosa – ha detto il segretario generale Giovanni Timoteo – Servono azioni rapide per provare ad invertire una tendenza preoccupante”.

 



In questo articolo: