Teramo, ricostruzione post sisma: arriva una soluzione “dal basso”

Teramo. Una soluzione per “sbloccare” la ricostruzione post sisma. Arriva dal basso, da una società di ingegneria di Torricella Sicura impegnata sin dalla prima ora nelle pratiche post – terremoto.

“Utilizzando l’attuale normativa e le procedure esistenti è possibile sbloccare tutti i progetti in tre-quattro mesi: basterebbe seguire i regolamenti applicativi della 241/90 legge dello Stato che nessuna ordinanza o procedura dell’USR può contrastare. Non c’è bisogno di altro, continuare a chiedere interventi governativi è inutile bisogna cambiare punto di vista – sostiene Emidio Emilio Delli Compagni presidente e direttore tecnico responsabile de “La Casa Attiva – Società di Ingegneria” di Torricella Sicura – ed è arrivato il momento che, dal basso, parta una grande iniziativa per una campagna di informazione/formazione per promuovere un deciso cambio rotta e chiudere con l’attesa e con gli inutili e propagantistici emendamenti ai decreti di cui in realta’ non si ha alcun bisogno e che nulla risolvono”.

Il primo appuntamento organizzato da “Casa Attiva” è per venerdi’ 21 giugno alle ore 18 all’auditorium del Parco della Scienza a Teramo, una Assemblea Pubblica: “per presentare il protocollo tecnico/amministrativo che abbiamo messo a punto in questi anni di esperienza sul campo e di studio delle ordinanze e delle leggi. La soluzione predisposta consente di approvare tutti i progetti presentati ad oggi in non piu’ di 90 giorni e di adottare un modello organizzativo che consente di abbattere drasticamente i tempi”.