Teramo, sopralluogo di D’Alberto alle frazioni di Spiano e Mezzanotte FOTO VIDEO

Nel corso della mattina di oggi il sindaco Gianguido D’Alberto, accompagnato dall’assessore Valdo Di Bonaventura e dal consigliere comunale Vincenzo Cipolletti, ha effettuato un sopralluogo alle frazioni di Spiano e di Mezzanotte.

L’incontro con i residenti di Spiano ha consentito di mettere a fuoco i principali problemi, prima di tutti quelli relativi alla ricostruzione post-sisma. L’80% delle abitazioni, soprattutto nella parte alta storica del paese, è ancora inagibile e ciò ha causato un forte spopolamento. Appare pertanto necessario sbloccare ed accelerare le procedure per rivitalizzare tale borgo, anche per evitare il progressivo e definitivo abbandono. Inoltre anche per le altre frazioni come Forcella, Miano, Cavuccio e Rapino il sindaco ha fissato il medesimo obiettivo: procedere alla perimetrazione urbanistica e creare aggregati.

Altre questioni affrontate sono state quello delle frane -la frazione è confinante con il territorio comunale di Montorio e in alcune zone ne ricade – e poi quello dei servizi. C’è confusione e incertezza infatti per la raccolta rifiuti o il trasporto scolastico, che andranno regolati. A tal proposito già nell’incontro di alcune settimane fa D’Alberto ha intavolato l’argomento con il sindaco di Montorio, avviando così il percorso per individuare la soluzione.

Il sopralluogo a Mezzanotte, successivo ad altri già effettuati dal sindaco, ha confermato l’urgenza di interventi per arginare il pericolo delle frane, tra l’altro già segnalate alla protezione civile. Il sindaco ha evidenziato come non sia possibile rimandare le azioni da mettere in atto, cosi come ha rilevato la necessità di effettuare lavori di manutenzione sulle strade, di fatto mai realizzati da oltre 20 anni.