Tortoreto, decoro urbano: ecco l’ordinanza per la pulizia di terreni incolti e aree private

Tortoreto. Quindici giorni di tempo per effettuare la pulizia dei terreni “incolti” nelle aree urbane ed extraurbane. Il sindaco di Tortoreto, Domenico Piccioni, ha firmato una nuova ordinanza legata al decoro urbano, con l’obiettivo chiaro di assicurare decoro e sicurezza pubblica, prevenzione degli incendi e arginare, con l’arrivo della stagione calda, la proliferazione di insetti.

 

Con l’arrivo della stagione estiva, infatti, si ripropongono alcune problematiche legate al rischio di incendi connessi all’incuria dei terreni. Il tutto dovuto al mancato taglio delle erbe infestati, che poi rappresentano anche ricettacoli di insetti e animali.

L’emissione della nuova ordinanza si ricollega proprio a tali esigenze di prevenzione.

 

“Da qui la volontà di emettere una puntuale ordinanza”, si legge in una nota dell’amministrazione comunale, “con la quale i cittadini sono chiamati a tagliare l’erba e rimuovere gli sfalci; regolare le siepi, tagliare i rami delle alberature e delle piante e rimuovere i rami”.

 

 

Cosa prevede l’ordinanza. I proprietari dei terreni e delle aree interessante, entro 15 giorni dalla pubblicazione del provvedimento, sono tenuti ad adeguarsi. La violazione dell’ordinanza prevede una pena pecuniaria di 300 euro, oltre alla sanzione accessoria della pulizia.

Gli interventi di pulizia e decoro dovranno essere previsti ciclicamente e sistematicamente “e ogniqualvolta se ne ravvisi la necessità”. Nell’eventualità che gli interessati non procedano autonomamente, il Comune di Tortoreto provvederà direttamente con successivo addebito delle spese ai proprietari o ai detentori a qualsiasi titolo dei terreni.

 

“Forte è la convinzione che”, si legge ancora, “per il mantenimento del decoro urbano e la tutela del territorio dagli incendi, necessiti la collaborazione di tutti, cittadini e istituzioni, nella cura del verde pubblico e privato. Un appello e un invito vengono fatti ad ogni singolo cittadino a collaborare in maniera attiva nell’interesse della sicurezza del nostro territorio”.