Tortoreto, durante l’affidamento in prova nasconde pistola in casa: arrestato

I carabinieri del reparto operativo di Teramo, coadiuvati dai militari della compagnia di Alba Adriatica, hanno arrestato nelle scorse ore un 42enne di Andria, P.C., che si trovava a Tortoreto in affidamento in prova ai servizi sociali con provenienza dalla provincia di Varese.

I carabinieri, alle prime luci dell’alba di ieri, sono entrati nell’abitazione presa in locazione dall’uomo dove era presente anche suo fratello di 26 anni. I militari erano infatti convinti che i due potessero detenere armi in maniera illecita, anche in considerazione dei precedenti del 42enne.

L’attenzione dei militari si è concentrata sul vano dove ha sede il collettore dei termosifoni posto nel corridoio che risultava leggermente scostato dal muro. A rafforzare il sospetto che al suo interno potesse essere occultato qualcosa di strano, la risposta negativa data dai fratelli alla richiesta di un giravite per poter smontare il pannello.

I carabinieri sono comunque riusciti a rimuovere le viti ed è “caduta” sul pavimento una pistola semiautomatica Heclkler & Koch cal. 9, con inserito un caricatore contenente 9 cartucce, risultata rubata a Milano.

I due fratelli sono stati di conseguenza arrestati e trasferiti a Castrogno. L’operazione rientra nell’ambito delle intensificate attività di controllo del territorio disposte dal comando provinciale dei carabinieri di Teramo sulla costa.