Tortoreto, memorial Rasicci. Gli organizzatori: mai voluto ostacolare l’associazione

Tortoreto. ” Non abbiamo attaccato gli esercenti del centro storico. Ma ci siamo limitati a fotografare quello che è accaduto negli anni precedenti.

 

La nota della stessa associazione, per i toni da noi usati, ci è parsa poco appropriata”.

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda legata all’organizzazione della quinta edizione del memorial Norman Rasicci, il compianto professionista, calciatore e consigliere comunale, che si terrà venerdì 12 luglio (ore 21) al campo sportivo di Fontanelle.

Le puntualizzazioni dell’associazione esercenti e operatori turistici di Tortoreto (Borgo Medievale) non sono state digerite da Adriano Cavatassi e Domenico Di Matteo (associazione Obiettivo Tortoreto), che hanno partecipato all’organizzazione dell’evento.

“Negli anni precedenti abbiamo fatto di tutto per andare incontro alle loro esigenze”, racconta Adriano Cavatassi, “ e la nota in alcuni passaggi appare contraddittoria. Il memorial è per ricordare una persona che non c’è più e la famiglia non è certo contenta delle polemiche che si sono generate”.

Gli organizzatori, a sostegno delle proprie tesi (da parte dell’associazione era stato avanzato l’invito a promuovere l’iniziativa fuori dal periodo estivo), hanno anche ricordato quanto accaduto nei quattro anni precedenti: una volta a fine agosto, una seconda a fine giugno, in una circostanza l’evento promosso ad Alba Adriatica e a luglio nel 2018.

 

” Dispiace solo constatare che qualcuno”, aggiunge Domenico Di Matteo, ” si è sostituito alle risposte che avrebbe dovuto fornire l’amministrazione. In ogni caso, il credo che il centro storico è di tutti e un luogo non soltanto per la ristorazione, ma anche per altre situazioni. Noi non siamo contro gli esercenti e ci fa piacere che i locali siano frequentati. Piuttosto invito il sindaco a ripensare la viabilità dell’intero centro storico e consentire a tutti di poter lavorare così come accade a coloro che sono localizzati all’interno dell’isola pedonale”.