Tortoreto, percolato e biogas: il Comune investe oltre 300mila euro per la messa in sicurezza della discarica

Tortoreto. Oltre 300mila euro per effettuare un primo intervento di messa in sicurezza della discarica comunale.

 

Il tutto in attesa di programmare la tombatura per la quale bisognerà verificare, nel dettaglio, l’entità dei fondi necessari per definire la sorte del vecchio invaso di contrada Salino.

Nel corso dell’ultima seduta consiliare, l’assise civica ha deliberato la variazione di bilancio (con modifica anche del Dup, il Documento unico di programmazione) utile per effettuare alcuni importanti interventi nella discarica in disuso. Nello specifico, l’intervento disegnato dal piano di caratterizzazione prevede tre diversi step, uno dei quali prossimo ad essere messo in pratica.

Dalla valutazione quantitativa e qualitativa del biogas presente nel sito, ripristino e sistemazione della recinzione perimetrale, svuotamento del cosiddetto laghetto. L’area dove di accumula il percolato, che viene smaltito con periodicità e che genera anche spese significative per le casse comunali.

 

Tra le opere pianificate in questa fase, di certo lo svuotamento del cosiddetto lagunaggio, anche per questioni di natura ambientale, rappresenta un traguardo di non poco conto. Sul piano strettamente finanziario, la somma è stata reperita per due terzi con la contrazione di un mutuo (poco meno di 200mila euro) e la restante parte con lo storno di bilancio per fondi a disposizione dell’ufficio ambiente. Poi, per ulteriori interventi nella discarica (tombatura) sono a disposizione circa 650mila euro (frutto di un ulteriore mutuo), che poi saranno investiti nella fase successiva.