Vicenda Parco Scientifico e Tecnologico: l’Avvocato Benigno D’Orazio è stato assolto

“Con sentenza comunicata in data odierna, la Corte Centrale dei Conti ha assolto con formula piena l’avvocato Benigno D’Orazio da ogni responsabilità in merito alla vicenda Parco Scientifico e Tecnologico; ha altresì liquidato in suo favore le spese di giudizio, ammontanti a euro 4.000,00”.

Si tratta di una vittoria su tutta la linea, in quanto è stata riconosciuta l’assoluta estraneità dell’avvocato rispetto ai fatti contestati, ovvero aver procurato un danno erariale alle casse regionali di 158.000,00 euro.

“Si conclude nel modo migliore, con una sentenza che non lascia adito ad alcun dubbio, una vicenda che ingiustamente gettava ombre sulla mia onorabilità. Giustizia è fatta”- commenta D’Orazio.

Della vicenda Parco Scientifico si è occupata sin dal 2011 sia la magistratura penale che quella contabile, evidenziando una serie di attività illecite. Il tutto con ampio risalto di cronaca soprattutto in merito alla posizione del D’Orazio, già Presidente del Parco. Con la sentenza odierna lo stesso D’Orazio viene completamente scagionato, come peraltro segnalato anche dalla Guardia di Finanza che aveva svolto le indagini.

“E’ un fatto inequivocabile che attesta la mia onestà e la mia correttezza di pubblico amministratore. Un fatto di cui vado orgogliosamente fiero”-conclude D’Orazio.

L’Avvocato infine rivolge un pubblico ringraziamento ai colleghi Pietro Referza e Antonio Bianchi che lo hanno assistito in questa pluriennale battaglia legale.