Teramo, imprenditrici abruzzesi incontrano gli studenti dell’Istituto Alessandrini

Teramo. L’innovazione continua nel solco della tradizione può essere considerata la chiave comune del grande successo delle due aziende abruzzesi guidate dalle imprenditrici Marina Cvetic Masciarelli ed Antonella Di Giosia che nell’Auditorium dell’ITIS “E.Alessandrini” di Teramo, sono state protagoniste del quarto appuntamento del Progetto Dafne, finalizzato al contrasto della violenza e della discriminazione di genere ed alla promozione di una riflessione sulla realtà della condizione femminile.

 

 

 

 

Marina Cvetic Masciarelli, amministratore delegato della Masciarelli Tenute Agricole s.r.l. di San Martino sulla Marrucina, azienda leader nella produzione di vini di qualità, rinomati in tutto il mondo, è riuscita a trasmettere agli studenti il proprio entusiasmo per quella agricoltura di eccellenza che può raggiungere straordinari risultati perché trae vita da un autentico amore per le proprie radici coniugato ad una aspirazione continua al miglioramento. In questo modo diviene possibile associare il rigore dei principi della coltivazione biologica ispirata alla tradizione, con l’impiego di moderni strumenti, come i droni, nelle attività che si svolgono sul campo, eloquente espressione delle potenzialità che possono rivestire le tecnologie innovative ai fini del raggiungimento della qualità.
Passione, curiosità e talento sono state le parole chiave di tutto l’intervento della Masciarelli, che ha sottolineato come il riverberarsi di questi fattori nell’impegno corale di tutto il personale impegnato con qualsiasi ruolo nell’azienda rappresenti il presupposto per fare business ed ottenere risultati di eccellenza.

 

 

 

Passione, curiosità, talento ed innovazione hanno rappresentato ugualmente il filo conduttore del contributo offerto da Antonella Di Giosia, cotitolare della Ali d’Oro s.r.l., azienda teramana specializzata nella produzioni di coni e cialde per gelati, che da tre generazioni coniuga la miglior tradizione pasticcera con una costante capacità di innovazione di prodotto e di processo. Questa fedeltà alla propria storia, unita ad un costante sforzo di rinnovamento e ad una sapiente inventiva ha condotto la produzione nell’ambito di un settore che potrebbe essere considerato di nicchia a raggiungere livelli quantitativi tali che, come ha riferito la Di Giosia, l’intera circonferenza del pianeta potrebbe essere abbracciata allineando idealmente la produzione annuale di alcune linee di articoli di maggiore successo.

 

 

 

 

 

Il grande interesse e la partecipazione dei numerosi studenti e docenti convenuti all’incontro si espresso oltre che nella grande attenziaone durata per tutto il periodo dell’appuntamento anche tramite le numerose domande rivolte alle relatrici, che hanno intessuto con gli studenti un dialogo vivace e stimolante. Notevole quindi la soddisfazione per il successo dell’iniziativa da parte del Dirigente Scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino-Forti”, prof.ssa Stefania Nardini, del Presidente del Soroptimist Club di Teramo, prof.ssa Piera De Antoniis, del Referente della ASL Teramo per le attività di contrasto alla violenza sulle donne, dott.ssa Luana Portanti, della dott. Italia Calabrese, psicologa e del prof. Nicola Olivieri, dell’ I.I.S. “Alessandrini-Marino-Forti”, componenti del gruppo di lavoro che sta promuovendo il Progetto Dafne, con la finalità di evidenziare nei diversi appuntamenti anche tutte le potenziali insite nel “genio femminile”.



In questo articolo: