Roseto, Zanardi e Nazionale del ciclismo paralimpico incontrano alunni di Cologna Spiaggia

Roseto. Questa mattina, nell’ambito dell’iniziativa ribattezzata “Incontri ravvicinati con…Alex Zanardi” che si sta tenendo nel corso dell’intera settimana, e che rientra all’interno del più ampio progetto denominato “Biciclettica”, che vede Roseto degli Abruzzi in qualità di capofila, assieme ai comuni di Pineto, Silvi ed Atri, gli studenti delle elementari e delle medie della Scuola “Filippone Thaulero” di Cologna Spiaggia hanno incontrato il campione paralimpico, ed ex pilota di Formula Uno, Zanardi e gli atleti della nazionale italiana di ciclismo paralimpico.

A ricevere la delegazione azzurra c’erano, per conto dell’Amministrazione rosetana, gli assessori Fabrizio Fornaciari, Mirco Vannucci ed Alessandro Recchiuti che, assieme agli studenti, al corpo docente ed a tanti cittadini rosetani, accorsi per l’occasione, hanno potuto conoscere più da vicino gli atleti della nazionale italiana ed incontrare un idolo assoluto dello sport tricolore come Zanardi.

“E’ stata una iniziativa lodevole che ha coinvolto, questa mattina, i ragazzi della scuola di Cologna Spiaggia che si sono mostrati attenti e curiosi nell’ascoltare i nostri graditissimi ospiti e che vedrà protagonisti, sabato prossimo, gli studenti ed i docenti della Scuola Media “D’Annunzio” che attenderanno, in piazza della Repubblica, sotto al Municipio, l’arrivo degli atleti della nazionale italiana di ciclismo paralimpico che faranno tappa a Roseto degli Abruzzi per la biciclettata ecologica” dichiarano gli amministratori rosetani.

“Siamo lieti della grande attenzione che si è creata attorno a questo ciclo di incontri, anche perché c’è un’importante fine sociale al centro del progetto “Biciclettica” che, anche grazie al coinvolgimento di personaggi di grande caratura umana e sportiva come Alex Zanardi, che vogliano ringraziare assieme a tutta la nazionale italiana, punta a sensibilizzare la cittadinanza, a cominciare dai più piccoli, su tematiche quali la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile”.