Abruzzo dal Vivo, gli appuntamenti di giovedì 27 dicembre

Domani una giornata ricca di eventi per far divertire gli amanti della musica e i piccoli spettatori, chi preferisce il teatro oppure il bel canto.

 

Si parte alle 15,30 a Cortino dove nella Chiesa di San Lorenzo il Coro Polifonico Ars Vocalis di oltre 30 cantanti diretto da Carmine Leonzi si esibirà nel Concerto di Natale “Dalla Zampogna al Jazz”, accompagnato dai musicisti dell’Orchestra “Christmas Jazz” formata da Mauro De Federicis-chitarra; Fabrizio Mandolini-sax; Renzo Ruggeri- fisarmonica; Mattia Parisse- tastiere; Emanuele Di Teodoro-contrabasso; Morgan Fascioli-batteria e percussioni; Irene Di Marco-zampogna, in un concerto ricco di suggestioni sacre e natalizie in questa chiesa che, per la sua modernità, costituisce una in-solita cornice, ma che melodie come So this is Christmas, Oh happy days, Tu scendi dalle stelle, e tante al-tre sapranno rendere intima e accogliente. Ospite Mario De Bonis che leggerà due creazioni poetiche.

Alle 16,30 poco distante, a Pietracamela, si svolgerà uno spettacolo fuori dal comune, Nativitas un progetto itinerante che attraverso gli scenari naturali del centro storico di Pietracamela, riproporrà? le fondamentali fasi che hanno caratterizzato la nascita di Cristo. Gli spettatori saranno sempre immersi nella dinamica del presepe e vivranno, in ogni singolo momento, le suggestioni di una narrazione senza tempo…Canti, musi-che e racconti daranno vita ad una narrazione multiforme capace di far rivivere le forti sensazioni che solo una storia senza tempo, come quella della nascita di Gesù?, e? capace di provocare in chi l’ascolta.

L’incantesimo degli gnomi farà felici i più piccini a Montorio al Vomano nella Sala del Chiostro degli Zoccolanti alle ore 17,00. Una fiaba suggestiva, ispirata dal vasto repertorio delle leggende Dolomitiche. Esse, infatti, narrano epici racconti di re, nani, pastori, fate e gnomi. Una grande baracca e grandi scenografie mobili evocano e suggeriscono situazioni e momenti di particolare suggestione per l’immaginario del bambino. La storia ha tutti gli ingredienti di una fiaba tradizionale e tutti i suggerimenti teatrali per uno spettacolo appassionante e coinvolgente che offre ai piccoli spettatori la possibilità di esplorare il mondo dell’immaginario e suggerisce scelte e situazioni drammaturgiche a loro gradite, una storia in cui il gioco del teatro si rivela completamente fino all’immancabile lieto fine.

L’Ensemble ETHNICABRUZZO, formazione nata per l’evento “Abruzzo dal Vivo”, torna per un altro appuntamento del Festival, alle 17,00 a Nerito di Crognaleto, e partendo dalla musica abruzzese di tradizione orale, propone in concerto un repertorio in cui le peculiarità sonore di matrice euro-mediterranea vengono amplificate nei ritmi e nei timbri attraverso l’inserimento di una sezione di ottoni che affianca gli strumenti etnici. Tredici gli artisti teramani che, provenienti da esperienze musicali diverse nell’ambito della musica classica, pop, jazz ed etnica, riconsegnano in concerto i saperi dell’oralità abruzzese alle tre Comunità ospitanti.

Viaggio nell’Ottocento, il salotto di Palazzo Saliceti ore 17,30 Civitella del Tronto Attraversando le stanze del Palazzo Scesi di Civitella del Tronto, per gentile concessione del marchese Guido Scesi, gli spet-tatori, accompagnati da un elegantissimo maggiordomo, in numero di massimo 15 per volta visiteranno la casa museo e, degustando un ottimo vino, faranno l’esperienza di un vero e proprio Viaggio nel tempo. Un’immersione nelle intriganti e maliziose atmosfere dell’Ottocento, scrutando la vita e rubando conversa-zioni dai salotti aristocratici dell’epoca, attraverso le opere di alcuni grandi autori.