Atri, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese chiude la stagione di concerti nella città ducale

Atri. Dopo l’emozione del concerto per il decennale del sisma di domenica 7 aprile presso a Basilica di Collemaggio all’Aquila, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per salutare il pubblico della sua 44° Stagione dei Concerti dell’Aquila propone una replica dell’ultimo concerto che si terrà nel capoluogo abruzzese, anche ad Atri. Appuntamento a domenica 14 alle ore 21.30 presso la Basilica di Santa Maria Assunta. L’ingresso è gratuito grazie all’interessamento del Comune.

Guidata dal suo direttore residente, il chietino Marco Moresco, l’OSA eseguirà la Messa in do Maggiore op. 86 per soli, coro e orchestra di Ludwig van Beethoven con la partecipazione del Coro Novantanove dell’Aquila e del Coro delle 9 di Pescara, maestro dei cori Ettore Maria Del Romano. Con loro alcuni talenti del canto: il soprano Giada Santoro, il contralto Basak Kayabinar, il tenore Francesco Fortes e il basso Francesco Baiocchi.

Sul podio dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese torna il chietino Marco Moresco, direttore residente dell’OSA, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, con all’attivo numerose opere liriche a capo di formazioni orchestrali internazionali e una importante discografia che prossimamente si arricchirà con un cd sull’integrale delle Romanze di F.P. Tosti con la Brilliant Classic.