Atri, Roberto Marchione presenta il suo nuovo libro: “I Documenti inediti di Nicola Sorricchio”

Atri. Si svolgerà oggi, martedì 13 agosto alle 21 ad Atri, in occasione della manifestazione Fondaci Aperti-È Ferragosto a Capo d’Atri realizzata dalla Pro Loco, un convegno con presentazione di un omonimo libro dal titolo “I Documenti inediti di Nicola Sorricchio”.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Il Dedalo in collaborazione con l’Associazione Hatria Civitas Vetusta e col patrocinio della Fondazione Tercas e del Comune di Atri, ed è stato realizzato dal convegnista Roberto Marchione, giornalista e scrittore nonché autore del libro in questione, e vedrà gli interventi dello storico Antonio Di Felice, dello scrittore ed organizzatore dell’Abruzzo Book Festival Enzo Delle Monache e della giornalista professionista Antonella Tollis.

Il convegno e il libro sono la seconda opera sulla storia di Atri di Marchione dopo il suo precedente dell’anno scorso intitolato “La storia di Atri durante il ducato Acquaviva”, entrambi facenti parte della collana “Hatria Civitas Vetusta”, e hanno lo scopo di riportare alla luce il V Tomo dei Monumenti Adriani dello storico del XVIII secolo Nicola Sorricchio, un manoscritto rimasto finora inedito nella sua interezza (a parte qualche passaggio affrontato dallo storico Roberto Ricci in alcuni suoi volumi) e di proprietà dell’Archivio Sorricchio dei Baroni Sorricchio di Valforte, il quale attraverso una raccolta di Atti Amministrativi racconta uno spaccato della vita atriana del XVII e XVIII secolo, in particolare tutta la storia e le vicissitudini del Collegio dei Gesuiti (e i suoi rapporti con la città), istituito ad Atri dal Comune in accordo col loro Generale Padre Claudio Acquaviva, dalla sua nascita nel 1605 fino alla sua cessazione nel 1767, dovuta tra le altre cose all’espulsione degli stessi dal Regno di Napoli oltre al ripetuto mancato rispetto della Convenzione che era stata stipulata.