Atri&Virtù in Musica per il ponte del Primo Maggio

Atri. Anche in occasione del ponte del Primo Maggio l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Atri ha disposto l’apertura straordinaria dei Musei e dei siti di interesse turistico della città ducale.

 

Le aperture sono previste da sabato 28 aprile a martedì primo maggio 2018 e vanno ad arricchire il programma degli eventi di queste giornate rientranti nella manifestazione “Atri&Virtù in musica” che si svolgerà nel piazzale del Bocciodromo.

Per il 29 e il 30 aprile, dalle 16, il programma prevede musica live e buon cibo. Alle 22 di domenica si esibirà il gruppo Direzioni Parallele, lunedì spazio al rock&roll dei The Escorts. Il primo maggio, dalle 14, ci sarà il dj set di Piermix, a seguire la Pepper Band e alle 21 la musica dei Tangram, mentre il menu prevede anche le tradizionali virtù. Inoltre, i musei e i luoghi della cultura resteranno aperti. Nel dettaglio da sabato 28 aprile a martedì primo maggio sarà possibile visitare la Basilica Cattedrale, la Chiesa di Santa Reparata, il Teatro Comunale con annesso Punto Informativo al botteghino, il Cortile del Palazzo Acquaviva, la Chiesa di Santa Chiara e la Chiesa di San Nicola, il Museo Archeologico, il Museo degli Strumenti Musicali e l’Antica Filanda. Siti aperti dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18,30. Sarà possibile visitare anche il Museo Capitolare dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. La RNR Oasi WWF dei Calanchi di Atri sarà aperta ai visitatori, domani, sabato 28, dalle 9 alle 13, domenica 29 dalle 15 alle 19, il primo maggio dalle 9 alle 19, lunedì 30 chiuso. Per tutti gli interessati è possibile visitare anche il museo all’aperto di Casoli Pinta.

“Abbiamo deciso di dare l’opportunità ai tanti turisti che sceglieranno Atri in questo ponte legato alla festa dei lavoratori – commenta l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Atri, Domenico Felicione, – di poter godere non solo dell’intrattenimento e della buona gastronomia, ma anche di conoscere meglio le meraviglie di Atri. Abbiamo lavorato per garantire l’apertura dei Musei, degli edifici di culto e dei siti di interesse turistico. In alcuni casi si tratta di aperture straordinarie per poter permettere a tutti di poter vedere da vicino le bellezze artistiche e architettoniche della nostra città nonostante, a causa dei danni provocati dal sisma, alcuni non siano ancora accessibili nella loro interezza, come nel caso della Cattedrale. I turisti, grazie anche a delle preparatissime guide, potranno comunque ammirare gli affreschi del De Litio e accedere in alcune zone sicure della struttura. Saranno aperti, in un’ampia fascia oraria, tutti i Musei e i principali siti di interesse storico della città ricchi di fascino e arte”.