Giulianova, inaugurata la mostra dedicata a Roberto Macellaro FOTO/VIDEO

Giulianova. E’ stata inaugurata questa sera nel loggiato del Belvedere a Giulianova la mostra dedicata all’artista Roberto Macellaro.

Prima dell’apertura, si è tenuto un incontro molto partecipato in Sala Buozzi. A ricordare l’artista giuliese recentemente scomparso, il giornalista Rai e scrittore Umberto Braccili, Giulio Belfiore, già preside del Liceo di Giulianova, e il direttore dei Musei civici, Sirio Maria Pomante.

Durante l’evento sono intervenuti anche la figlia di Macellaro, Ornella, Don Domenica Panetta e Domenico Rastelli di ‘Vivi l’Abruzzo’. Momenti intimi e istantanee della vita dell’inquieto artista giuliese. L’amicizia con Luigi Braccili (suo Compare di Fiori), gli aneddoti di vita giuliese raccontate al giovane Pomante, ora direttore dei Musei Civici. I viaggi e le esperienze all’esterno, tra cui l’amore della moglie incontrato nel suo periodo in Svezia, e il rapporto conflittuale ma profondo con il padre Francesco.

Prima della cerimonio in Sala Buozzi è statao scoperto il dipinto “Emigranti” (foto a destra), di particolare attualità, realizzato da Macellaro nel 1974 e donato dall’autore al Comune. L’opera, per volonta dell’assessorato alla cultura, sarà esposto in maniera permanente nella sala al centro storico di Giulianova.

Il Polo Museale Civico e l’associazione “Vivi l’Abruzzo” hanno organizzato la mostra per onorare la figura di Macellaro, classe 1937, maestro scultore e pittore, erede della lunga tradizione artistica giuliese portata avanti da Ulderico Ulizio (1888-1979), con una piccola ma significativa esposizione di opere tratte dalla collezione personale dell’artista e conservate dalla sua famiglia. Sculture e dipinti saranno esposti fino al 28 luglio nel Loggiato “Riccardo Cerulli” in piazza Belvedere, per un percorso che parlerà di due temi particolarmente importanti nella produzione di Macellaro: la figura e il suo rapporto con lo spazio e il profondo legame con la sua terra, Giulianova, attraverso scorci della città antica, dove era nato e ha vissuto e lavorato tutta la vita, e interpretazioni del lavoro del mare (per questa la scelta di dividere la mostra in 3 sezioni: Figure, Scorci e Marine).

L’esposizione potrà essere goduta gratuitamente presso il Loggiato del Belvedere fino al 28 luglio, dalle 18.00 alle 20.00 e dalle 21.00 alle 23.00.