L’Istituto Comprensivo Isola del Gran Sasso Colledara premia gli studenti più ”maturi”

La bellezza colpisce l’occhio, ma il merito conquista il cuore. Si potrebbe sintetizzare con questo aforisma del poeta inglese Alexander Pope il significato più profondo del premio “Io merito”. Ormai alla sua quarta edizione, la singolare iniziativa, promossa dall’Istituto Comprensivo di Isola del Gran Sasso Colledara, anche questo anno ha premiato otto ragazzi della scuola secondaria di primo grado, che si sono distinti non solo per ragioni didattiche, ma per il grado di maturità acquisito nel percorso formativo, per la capacità di adattamento a situazioni problematiche, per lo spirito di collaborazione e di intraprendenza.

Sono queste le motivazioni che hanno indotto i docenti dell’Istituto comprensivo a premiare Artiom Ivanov, Chiara Testardi, Agnese Mantini, Melissa Mattioli, Alessandra Vittoria Di Pietro, Juan David Rassu, Alessandro Nardangeli e Camilla Marcheggiani. Sono intervenuti alla manifestazione i rappresentanti delle amministrazioni comunali della Valle Siciliana, della Comunità Montana, della Fondazione Serrini-Parrozzani, dell’Arma dei Carabinieri di Isola, dell’ Associazione Tre Porte.

“Sostengo fortemente questo premio – ha spiegato la Dirigente dell’Istituto Comprensivo, Giovanna Falconi- perché durante il mio percorso professionale, prima come docente e poi come dirigente, ho potuto sperimentare in modo tangibile quanto sia efficace la gratificazione sulla crescita dei ragazzi. Far comprendere agli alunni le loro potenzialità, evidenziare i loro progressi, anche se realizzati a piccoli passi, può avere degli effetti davvero positivi sulla loro vita non solo dal punto di vista scolastico, ma anche e soprattutto dal punto di vista personale. Avranno più fiducia in se stessi, sapranno affrontare in modo più efficace situazioni di difficoltà. Inoltre i ragazzi che vengono premiati rappresentano uno stimolo per gli altri, un esempio da cui farsi influenzare e così ne beneficerà l’intera comunità; una specie di effetto domino attraverso cui trasmettere i veri valori come la solidarietà, l’inclusione, valori che sono da sempre obiettivi prioritari del nostro Istituto”.