Pineto, “Un mare di Turismo”: convegno a Villa Filiani sulle strategie del turismo ambientale

Un importante convegno dal titolo “Un mare di Turismo” è in programma venerdì 2 marzo 2018 alle ore 15.00 a Villa Filiani di Pineto, per parlare delle future strategie sul tema del Turismo Ambientale negli ambiti costieri che beneficiano di tutele particolari quali quelle delle aree protette.

 

A parlarne saranno i maggiori esperti a livello nazionale: dal Direttore dell’Area Marina Protetta delle Isole Egadi, Dottor Stefano Donati, al Direttore della maggiore associazione italiana di Guide naturalistiche, l’AIGAE, il Dottor Nino Martino, con l’importante apporto del Professor Stefano Landi, Economista dell’Università LUISS di Roma, esperto di Turismo e redattore del Piano Strategico del Turismo 2017-2022 approvato lo scorso anno dal Governo.

La Tavola Rotonda, che vede anche altri partecipanti locali, tra cui il Presidente della Camera di Commercio di Teramo, Dottor Gloriano Lanciotti, prevede le conclusioni dell’Onorevole Giovanni Lolli, Vice-Presidente e Assessore al Turismo della Regione Abruzzo.

Il coordinamento del pomeriggio di lavoro è affidato al Dottor Sebastiano Venneri, Presidente di Vivilitalia, dato che l’incontro è di fatto la conclusione della seconda edizione del corso di Alta Scuola di Turismo Ambientale (ASTA) voluto dall’Area Marina Protetta Torre del Cerrano e organizzato in collaborazione con Vivilitalia e Legambiente.

“Questa seconda edizione si è svolta in una settimana full immersion presso la Torre di Cerrano. È stato raggiunto il numero massimo di iscritti, presenti nonostante le condizioni meteo sfavorevoli. I relatori del Corso ASTA 2018 in AMP sono stati alcuni tra i massimi esperti di turismo ambientale in Italia e hanno toccato una serie di tematiche molto ampia, dal turismo attivo a quello enogastronomico, dalla comunicazione del prodotto turistico alla sua produzione e distribuzione”, fa sapere l’AMP Torre di Cerrano in una nota.

“L’Area Marina Protetta Torre del Cerrano non si è limitata ad ospitare ASTA, ma ha partecipato attivamente con dei brevi interventi sui concetti di contesto ambientale, turismo sostenibile, DestiMED e sulle leggi e le normative più significative nel campo. L’impegno dell’Area Marina Protetta verso il turismo sostenibile è nato a seguito della certificazione Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS), quando Torre del Cerrano è stata la prima area marina protetta ad esserne insignita”.

“Infatti”, ha spiegato il presidente di AMP Leone Cantarini “durante l’incontro di presentazione della II edizione di ASTA, sabato 24 febbraio a Silvi: “Vogliamo che il nostro territorio vada verso il turismo sostenibile. Abbiamo capito che la certificazione CETS non poteva essere lasciata lì come un distintivo, ma dovevamo lavorare sul turismo sostenibile nel territorio del Cerrano”.

Un impegno ribadito, nella stessa occasione, dal vice-presidente di AMP Fabiano Aretusi: “Per tutelare il territorio, l’AMP deve collaborare con gli operatori locali affinché turismo sostenibile e tutela ambientale vadano di pari passo”.