Roseto, 200 escursionisti tra le dune e le stelle della Riserva del Borsacchio FOTO

rOSETO. Nonostante il tempo incerto circa duecento escursionisti hanno partecipato alla magica notturna in Riserva Borsacchio “Le dune e le stelle”. Oltre ai molti partecipanti al mercato biologico del MICA partito già nel pomeriggio.

Un evento studiato per promuovere il territorio, le sue aziende e lanciare un messaggio di sostenibilità e rispetto dell’ambiente. Questa combinazione, promossa in rete con molte associazioni locali e nazionali, ormai si dimostra vincente e l’evento è stato un altro innegabile successo.

“Siamo riusciti ad unire un’escursione con l’osservazione astronomica e la degustazione dei prodotti locali offrendo il tutto alla meravigliosa luce della luna e delle stelle. Nota positiva è il patrocinio del Comune di Roseto Degli Abruzzi all’ultimo minuto che si aggiunge ai già concessi di Regione e Provincia. Segno che la nostra costanza ed educazione pagano e riescono a far superare incomprensioni”.

E’ il commento di Marco Borgatti, presidente delle Guide del Borsacchio, che ringrazia “tutti i partecipanti ed i volontari, tantissimi, che hanno consentito la riuscita di questo evento. Come sempre nessuna guida è retribuita o rimborsata. Tutto viene fatto per amore di un territorio e per la passione. La nostra forza è nei nostri volontari. Ogni giorno sono nella Riserva per tutelarla e valorizzarla, senza mai chiedere nulla in cambio”.

“Ma le guide non si fermano – aggiunge – Domenica saremo in Piazza Dante per presentare il libro del Proessor Galiffa e con uno stand informativo alle 21.00. A settembre porteremo alla Fonte D’Accolle lo spettacolo teatrale della Fontana del Santo ed al solstizio d’autunno torneremo in una magica notturna. Ogni giorno ci troverete in Riserva a censire e proteggere le specie di flora e fauna ed a lottare contro inciviltà e sporcizia. A settembre chiederemo un incontro al sindaco per vedere a che punto sono l’avviso per il servizio gratuito di escursioni, che offriamo già da anni, quando sarà consegnata la sede promessa ed a che punto è il tanto atteso PAN per attivare la Riserva”, conclude Borgatti.