Tortoreto, depuratore e scuolabus: minoranza “riporta” i temi in consiglio

Tortoreto. Annullare per autotutela la delibera di consiglio comunale, dello scorso mese di novembre, con la quale è stato approvato il progetto preliminare relativo al nuovo impianto di depurazione del Salinello.

 

L’opposizione consiliare non si arrende a torna a perorare la sua causa con la presentazione, nella prossima seduta dell’assise civica, di una proposta di delibera, sulla quale si voterà, che prevede una proposta di revoca o annullamento, in autotutela, della pregressa deliberazione consiliare.

 

La discussione sul punto (oggetto di un confronto aspro che prosegue da settimane) è inserita all’ordine del giorno del consiglio comunale di martedì 10 febbraio (ore 19.30).

 

Cosa è cambiato rispetto ad un paio di mesi fa? In realtà molto poco. O forse molto, visto che l’iter reativo alla realizzazione dell’impianto prosegue, con la pubblicazione della variante parziale del Prg, che prevede poi la definizione della zona destinata a collocare impianti tecnologici.

In ogni caso, i due gruppi consiliari di minoranza (Tortoreto nel Cuore e M5s) presenteranno una proposta di delibera sulla quale aprire una nuova discussione.

Altro argomento in discussione nell’assise civica, su richiesta della minoranza, verte sul servizio del trasporto scolastico e della recente gara di appalto.

Nella stessa seduta, inoltre, si porterà in approvazione anche il discorso della centrale unica di committenza e il regolamento sull’affidamento in economia dei servizi tecnici.



In questo articolo: