Roseto, Riserva Borsacchio: programmazione, pianificazione e finanziamenti

Roseto degli Abruzzi. ‘A poco meno di due mesi dalla sottoscrizione della Convenzione di gestione delle Attività fra “Ambiente e/è Vita” ed il Comune di Roseto degli Abruzzi, che si ricorda essere a titolo completamente gratuito, attività finalizzata allo sviluppo della Riserva Naturale Regionale si può a ben diritto affermare che molteplici sono stati gli interventi calendarizzati ed estremamente prolifica la produzione progettuale a corredo dell’attività gestionale in senso stretto.

Un primo importante successo, colto sin dalla prime settimane, si è concretizzato attraverso una sana competitività sociale identificabile nella capacità di soggetti Istituzionali e non (Giunta, Consiglio, Associazione, Uffici Comunali di riferimento) di interagire efficacemente sulla base di un progetto condiviso e di garantire una simbiotica interconnessione fra i differenti livelli di responsabilità e di promuovere un management multilivello e multigovernance quanto più aperto possibile al coinvolgimento delle Associazioni e stakeholders locali’.

Lo dichiarano in una nota congiunta il Presidente Nazionale di “Ambiente e/è Vita”Onlus Benigno D’Orazio ed il Segretario Regionale di “Ambiente e/è Vita”Abruzzo Onlus Patrizio Schiazza.

‘In tal senso, nella settimana scorsa , si è svolta una riunione fra “Ambiente e/è Vita” Abruzzo Onlus, Eko club e Guardie Ambientali di Roseto che ha gettato le basi per una programmazione declinata in di interventi strutturali volti a rendere fruibile ed attrattiva la Riserva del Borsacchio ed alla firma di un Protocollo di Collaborazione che ha fra i suoi elementi più qualificanti i seguenti punti:

1. Azioni di controllo territoriale per ovviare all’abbandono incontrollato dei rifiuti e/o azioni di detrazione ambientale
vegetale e/o faunistica;
2. Censimento delle microdiscariche abusive ;
3. Realizzazione di una cartellonistica informativa e didattica tipicizzata sulla identità di ogni percorso;
4. Azione di marcatura e manutenzione delle rete sentieristica;
5. Predisposizione di alcuni eventi del calendario estivo;
6. Azioni di promozione della conoscenza della Riserva nei diversi comparti di cui è composta al fine di avvicinare l’area
protetta alla popolazione ;
7. Azioni di recupero di siti di interesse culturale e legati alla tradizione locale;
Una pianificazione a 360 che vedrà , altresì, il coinvolgimento interattivo anche di altre Organizzazioni locali che verranno chiamate a sviluppare sinergie per argomenti tematici al fine di arricchire la potenzialità dell’area protetta e promuovere un’immagine quanto più integrata possibile, e quindi fruibile, della Riserva del Borsacchio’, insistono i due esponenti della Onlus, che poi chiariscono:

‘Vale la pena precisare che , nel coro di questi mesi è stato anche redatto un piano di educazione ambientale per le scuole da far inserire nel POF del prossima annualità che prevede le proposte formative sotto indicate:
1. “Quanto peso sul mondo”;
2. “Ciclo integrato dei Rifiuti”;
3. “ Le aree protette ”;
4. ” Quale aria respiriamo”;
5. Incontri “Vivi con chi Vivi “ incontro informativo sulle specie floro-faunistiche dell’area della Riserva del Borsacchio;
6. “Usa Bene i Rifiuti- Usa Bene la Riserva”
Ambiente e/è Vita Abruzzo Onlus
7. “La via della sostenibilità” ;
8. “La sostenibilità ambientale delle risorse idriche” ;
9. “Le aree protette” ;
10. “A spasso nella flora ” ;
11. “Rifiuto-riciclo-rigioco” ;
12. “Casa ecologica e sicura “ ;
13. “Alla scoperta del bosco e dei suoi abitanti- attraverso i 5 sensi ” ;
14. “smart city”;
15. “Lavoriamo insieme per un aria pulita”;
16. L’Ambiente marino costiero;
17. La Riserva del Borsacchio e le sue peculiarità;

Tale azione di sensibilizzazione ed informazione ambientale, che sarà rivolta ai cittadini, mira fra l’altro alla creazione e realizzazione di un Centro di Educazione Ambientale di interesse regionale riconosciuto ai sensi della L.R. n.°122/99 e s.m.i. che implementerà la dotazione infrastrutturale materiale ed immateriale i dotazione all’area protetta in parola.

In particolare si desidera sottolineare che è in corso di definitiva stesura anche un Piano Integrato di Sviluppo della Riserva che conterrà al suo interno anche la “Carta della Natura “ del Borsacchio che identificherà, sotto il profilo forestale-floreale e faunistico l’identità di questa importante presidio di biodiversità marino costiera.

Accanto all’ individuazione delle azioni di salvaguardia e tutela si è anche predisposto una Calendario degli Eventi Estivi denominato “E….state in Riserva” la cui presentazione avverrà nei prossimi giorni con un ‘apposita conferenza stampa.

In conclusione , con un piena soddisfazione, si può affermare che per la prima volta in assoluto la Riserva del Borsacchio è entrata nella programmazione regionale tanto da essere stato avviato l’inserimento della Riserva
nell’assegnazione del contributo annuale regionale per il funzionamento dell’area a partire dalla ripartizione 2017,
che la Riserva rientrerà nella predisposizione di progetti di macro area già nel 2016 e che la somma prevista per il PAN sarà reiscritta in bilancio con la possibilità di utilizzare parte dei fondi per attività di programmazione gestionale.

Due mesi, quindi, di silente lavoro : Ambiente e/è Vita Abruzzo Onlus , infatti, preferisce costruire e dare corso ad attività di sostanza e non concorrere sul piano degli annunci e/o dare corso ad interventi spot e collaborazioni su singole misure che non arricchiscono la “dote” della Riserva , ma risultano fine a se stesse e buone solo a creare eventi che durano lo spazio di un mattino’, concludono D’Orazio e Schiazza.