Teramo, farmacia comunale. Canzio contro centrosinistra: Cittadini ingannati

canzioTeramo. “L’unica cosa che riesce a fare il centrosinistra è quella di allestire banchetti in piazza, banchetti che usa nei modi più disparati”. È il commento del consigliere comunale Roberto Canzio, che lamenta l’atteggiamento del centrosinistra teramano in merito alla raccolta firme promossa per l’apertura della nuova farmacia comunale di Colleatterrato Basso.

A sorprendere il politico il fatto che la minoranza abbia, a suo parere, addirittura confuso i cittadini facendo credere loro che l’amministrazione comunale Comunale ha già stabilito di insediare la nuova farmacia in località Villa Pavone. “Circostanza del tutto falsa e priva di ogni fondamento” precisa Canzio, “in quanto la discussione se insediare la nuova farmacia comunale a Colleatterrato o a Villa Pavone non è ancora iniziata!”.  

Non solo. Il consigliere lamenta anche l’azione intrapresa sui passi carrabili, dove, precisa Canzio, “non esiste alcun atto pubblico favorevole alle esigenze dei cittadini, licenziato in Consiglio Comunale e che porti la firma dei rappresentanti del centrosinistra. Costoro si sono limitati solamente a raccogliere firme allestendo un banchetto in Piazza Martiri della Libertà, mentre, a differenza loro, c’è chi pur trovandosi in maggioranza ha iniziato una serie di interlocuzioni all’interno dello stesso schieramento di centrodestra affinché vengano prese tutte le opportune iniziative per rendere il pagamento del canone relativo ai passi carrabili il più possibile equo nei confronti dei soggetti interessati dal pagamento del canone stesso. Cosa che peraltro porterà risultati concreti appena sarà approvato il regolamento. Molto probabilmente l’unica cosa che riesce a fare il centrosinistra è quella di allestire banchetti in piazza, banchetti che usa nei modi più disparati. Ragion per cui non ci sarebbe da meravigliarsi se qualche esponente del centrosinistra teramano, prima o poi, verrà avvistato in qualche stazione ferroviaria o in qualche metropolitana mentre si cimenta con l’ennesimo banchetto… ma in questo caso cercando di fare il classico gioco delle tre carte. Potrebbe farlo facilmente, vista la l’abilità del centrosinistra nell’ingannare (per fortuna solo poche volte) i cittadini ignari delle reali intenzioni dei relativi rappresentanti”.