Roseto, La Destra favorevole al progetto di Piazza Sacro Cuore ma con parcheggio area Branella

screenshot_2013-03-12_1217_copyLaDestra Roseto esprime tutto il suo apprezzamento per il progetto di riqualificazione della piazza del Sacro Cuore realizzato dall’architetto Agnese Urbani e “che porta all’attenzione della comunità, per l’ennesima volta, la problematica urbanistica e viaria di una delle zone più dinamiche e al tempo stesso critiche della città”.

“Riteniamo – si legge in una nota della segreteria cittadina – che bisogna partire da questa proposta per concertare lo sviluppo e la sicurezza della zona con azioni politiche chiare e incisive. Le problematiche da risolvere riguardano la tutela del pedone e del ciclista, la regolamentazione degli spazi commerciali presenti, il rispetto dei fedeli, le attività ludiche e sportive e, non ultimo,  il decoro di un intero quartiere: ad oggi poco è stato fatto e con scarsa incisività, dimenticando colpevolmente anche le indicazioni del consiglio di quartiere che ha evidenziato sin dalla prima assemblea questi problemi. Se da una parte lo studio e lo sviluppo di un nuovo PUT porterebbe sicuri benefici (da noi gia segnalato lo scorso luglio), dall’altro crediamo che anche interventi provvisori ma mirati, possano essere un importante supporto al progetto dell’architetto Urbani, quali la chiusura del doppio senso di circolazione nel tratto di via Manzoni,  antistante l’oratorio, rivedendo anche i sensi unici nelle strade adiacenti; il divieto di parcheggio e carico/scarico da far rispettare con assoluta severità. Infine, fondamentale sarebbe aprire un tavolo di confronto con i proprietari dell’area Branella, adiacente via Lazio, affinché un’area ampia, ad oggi totalmente inutilizzata, possa essere trasformata in parcheggio a soli 50 metri dall’oratorio e da tutte le attività che vi gravitano attorno, a due passi dalle prolifiche attività commerciali oltre ad essere accessibile ai fedeli per tutte le attività parrocchiali connesse (bar, comunità neocatecumenali e celebrazioni). Siamo convinti che questa nostra proposta, insieme al progetto presentato e al senso civico di tutti, possa diventare la chiave per rendere davvero vivibile una zona ad oggi disordinata, in preda all’anarchia dei più, senza alcun senso civico, in cui vige conclude La Destra l’assoluto disprezzo delle regole più elementari”.