Monte Piselli: scongiurata la non riapertura, salva stagione sulla neve

Teramo. Grazie all’impegno dell’assessore regionale abruzzese Dino Pepe e all’azione del presidente del CoTuGe (consorzio turistico comprensorio dei monti Gemelli) Camillo D’Angelo, il “rischio” di una mancata riapertura degli impianti sciistici sul Monte Piselli e’ stato definitivamente scongiurato con grande soddisfazione da parte degli operatori turistici del comprensorio e dei tanti amanti della stazione invernale al confine tra l’Abruzzo e le Marche.

In particolare la stazione sciistica e’ situata sul versante Nord della Montagna di Fiori (1814 metri), inserita nel Parco naziona del Gran sasso e Monti della Laga. “Dopo le polemiche e gli screzi avuti con la passata Giunta regionale abruzzese che, malgrado un anno di richieste, ha lasciato inascoltate le nostre ragioni, portandoci quasi alle porte della stagione invernale senza la possibilita’ di ottenere la proroga del rinnovo della vita tecnica degli impianti, ora possiamo dire che il Consorzio ed i suoi impianti sono salvi” dichiara, soddisfatto, il presidente del Co.Tu.Ge.

 

La Regione Abruzzo, grazie all’impegno dell’assessore Dino Pepe e del presidente Luciano D’Alfonso, e la Regione Marche, mediante il proficuo lavoro del consigliere regionale Valeriano Camela, hanno dato altri 5 anni di vita al Consorzio attraverso un contributo di 400 mila euro, elargito al 50% tra i due Enti, che servira’ a mettere a norma l’unico impianto rimasto a fare “da cerniera” tra l’Abruzzo e la Marche e che e’ equidistante tra le provincie di Teramo ed Ascoli. “Voglio ringraziare di cuore le Regioni Abruzzo e Marche per aver sostenuto il nostro progetto riconoscendo l’indiscusso valore della nostra stazione sciistica e del nostro progetto”, conclude l’ingegner Camillo D’Angelo, che sotto la sua gestione e’ riuscito a portare, per 3 anni consecutivi, il bilancio del Consorzio in pareggio.