Tortoreto, depuratore, venerdì incontro in Regione: Pd e Pdci pensano al ricorso al Tar

Tortoreto. Opzione ricorso al Tar per la recente variante al Piano regolatore, approvata in consiglio comunale a Tortoreto, per la localizzazione del nuovo depuratore consortile.

 

L’opposizione consiliare (Tortoreto nel Cuore), infatti, accarezza l’idea di poter impugnare la delibera di consiglio comunale, approvata nei giorni scorsi, qualora fossero avvalorati dubbi di legittimità, che da qualcheparte emergono.
Operazione, questa, che sarà valutata con attenzione nelle prossime settimane, anche alla luce della documentazione che fa parte integrante dell’atto consiliare di recente approvato.

 

 

Nel frattempo, venerdì in Regione è in programma l’incontro con il Presidente Luciano D’Alfonso. Vertice richiesto dall’opposizione consiliare e al quale saranno presenti anche il sindaco Alessandra Richi, il Presidente della Provincia Renzo Di Sabatino e il presidente del Ruzzo Antonio Forlini.
L’opposizione consiliare chiederà di dirottare i fondi stanziati per il nuovo depuratore (che servono al momento solo per realizzarne metà, ossia il primo lotto) per mettere in sicurezza quello attuale, aumentarne le potenzialità e investire sul potenziamento della rete fognaria, soprattutto quella che costeggia la Statale 16.
Di riflesso, invece, l’amministrazione civica tornerà a sollecitare, di concerto con il Ruzzo, le previsione della seconda parte dei fondi per realizzare tutto l’impianto.



In questo articolo: