Tortoreto, nuovo depuratore, riunione in Regione: la posizione della minoranza

Tortoreto. Stessa riunione, chiavi di lettura diverse. Sull’incontro in Regione, con i vertici della Regione (il presidente Luciano D’Alfonso e l’assessore all’ambiente Mario Mazzocca) il gruppo consiliare di minoranza, Tortoreto nel Cuore, ha diffuso una nota per puntualizzare alcuni dei concetti emerso durante la riunione tematica sulla realizzazione del nuovo depuratore di Salino.
” Nella circostanza” si legge nella nota, ” sono state confermate tutte le nostre perplessità sull’opera.
Perplessità fatte proprie dall’assessore Mazzocca, visto che si è convenuto di programmare un incontro, a breve, a Tortorto, direttamente sul sito. Incontro per valutare la nostra proposta, che è nota: mettere in sicurezza l’attuale impianto, con aumento di 20mila utenze. Completamento della rete fognaria, dismettere il vecchio depuratore di Tortoreto Alto, nella zona “Svizzera”.
Oltre a questo aspetto, c’è stata condivisione nell’organizzare un’assemblea pubblica sull’argomento.

 

“Inoltre”, si legge ancora, “sono emersi dei dubbi, sottolineati direttamente dal Presidente D’Alfonso, per quanto concerne l’utilizzo di fondi per la progettazione, citati nel quadro economico collegato alla delibera del progetto preliminare, approvato in tutta fretta dall’amministrazione comunale.
Gli amministratori regionali hanno tenuto a precisare come i fondi pubblici debbano essere spesi con oculatezza ed essere funzionali alle necessità dei cittadini”.
Nella stessa nota emerge anche una riflessione più spiccatamente politica: “l’opposizione non crea muri al dialogo, vuole lavorare e collaborare nell’interesse comune. Forse da parte di alcuni amministratori di maggioranza c’è una gran voglia di escludere opposizioni, cittadini e alcuni componenti stessi del consiglio comunale”.



In questo articolo: