Alba Adriatica, erosione. M5S: promesse non sostenute dalle azioni

Alba  Adriatica. “ Non si può essere indifferenti ad una questione così importante anzi vitale per Alba Adriatica  come quella legata all’erosione della spiaggia.

 

Siamo alle solite: tante promesse e poi nei fatti soluzioni non adeguate” in una nota i 5 Stelle albensi.

“È noto ai più che sono necessari interventi non più rinviabili nel tratto che va da Giulianova a Martinsicuro e ciò che fa riflettere è che proprio gli enti che dovrebbero in primis rendersi conto di ciò, propongono invece soluzioni non soddisfacenti e soprattutto non condivise con gli operatori turistici e con l’amministrazione locale. Il piano regionale infatti per la parte che riguarda Alba Adriatica dovrebbe passare da una valutazione in consiglio comunale.

Avevamo avuto l’impressione che qualche passo importante si fosse fatto e speranzosi aspettavamo i dettagli. Non dimentichiamo che quello dell’erosione della costa è un problema storico e che ormai da vent’anni si ragiona su questo senza però arrivare ad una risoluzione soddisfacente per gli operatori, solo interventi palliativi.

I vari governi di destra e di sinistra non hanno saputo evidentemente cogliere le peculiarità del territorio e questo è un grave limite della politica, una politica che promette e che poi una volta al governo non mantiene” continuano gli attivisti.

Intanto dal Governo centrale arrivano fondi per un totale di 3,5 milioni di euro perché una risposta nell’immediata comunque va data se non vogliamo compromettere la stagione estiva” continuano i 5 stelle.

“ Leggere che  alcune strutture corrono il rischio di non aprire è davvero deprimente perché è necessario conservare l’importante % di PIL frutto proprio del turismo.

Ci auguriamo pertanto che chi di competenza sappia cogliere il grido di dolore di un intero territorio perché è facile fare passerelle , (mareggiata febbraio 2019) più difficile agire” concludono i 5 stelle di Alba.