Cellino, nuovo scuolabus, defibrillatori (e altro) acquistati con la rinuncia delle indennità di sindaco e amministratori

Cellino Attanasio. Dalla rinuncia alle indennità di funzione, sindaco assessori e consiglieri di maggioranza (Idee in Comune), finanzia l’acquisto di uno scuolabus, di 5 defibrillatori, ma non solo.

 

Sono oltre 106mila euro i fondi che l’amministrazione comunale di Cellino Attanasio, oramai a fine mandato, ha raccolto nei cinque anni attraverso la rinuncia volontaria delle indennità di funzione previste per legge.

E proprio oggi, il gruppo di maggioranza ha fornito un elenco dettagliato della destinazione dei fondi risparmiati: uno scuolabus (79.300 euro), 15 bacheche per le affissioni (7mila euro), 5 defibrillatori in aggiunta a quelli già esistenti (7.300), 3 dissuasori di velocità (4.500), realizzazione di antiche pergamene conservate nell’archivio storico per esporle alla cittadinanza (2mila euro), acquisto e installazione di condizionato nell’ex chiesa di Santo Spirito, ad oggi unico locale deputato ad ospitare attività culturali (4558 euro), installazione di copritermosifoni nella scuola dell’infanzia di Cellino e Faiete (2mila(.

 

 

Le indennità erano state vincolate a inizio mandato per l’acquisto di un nuovo scuolabus necessario a sostituirne uno ormai vetusto. Con l’avanzo, l’amministrazione ha deciso di acquistare altri beni da donare alla popolazione per migliorare alcuni servizi, in un paese che ha subito un forte spopolamento dopo gli eventi sismici degli ultimi anni e che vede sempre meno entrate nelle casse comunali.

 

“Tentare di fare il bene del Comune non è facile in tempi in cui lo Stato taglia continuamente fondi ai piccoli Enti. I finanziamenti a disposizione oggi servono quasi esclusivamente a coprire le spese correnti, per le spese extra le entrate purtroppo sono sempre meno, quasi inesistenti.

 

Ciò che gli Enti sovracomunali dovrebbero capire è che i Comuni, soprattutto i piccoli Comuni, hanno bisogno di maggiori risorse per poter offrire migliori servizi ai propri cittadini e dissuaderli dall’idea di andare via e far morire la nostra identità”. Dichiara il Sindaco Giuseppe Del Papa a mo’ di bilancio del proprio mandato. “La nostra è una piccola dimostrazione che la politica, quella con la P maiuscola, quella fatta per servire i cittadini, esiste. C’è qualcuno che crede ancora nella buona politica fatta di impegno, dedizione, trasparenza e …rinunce.”

Lunedì 8 aprile, nella zona sottostante il campanile della chiesa di Santa Maria La Nova, si sarà una cerimonia pubblica di consegna dello scuolabus, con inizio alle ore 10.30.