Colonnella, il consiglio stanzia i fondi per evitare il fallimento della Truentum

Colonnella. Oltre 1,3 milioni a disposizione della procedura concorsuale per il salvataggio della Truentum, la società pubblica di trasformazione urbana messa in liquidazione.

 

Nella seduta consiliare di ieri sera, infatti, il gruppo di maggioranza ha approvato la delibera con la quale viene messa a disposizione della somma che comprende la risoluzione anticipata del contratto di appalto del cimitero eseguito dalla società (682mila euro) e la quota utile (645mila euro) per il ripianamento parziale della Truentum.

Nello specifico, l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Pollastrelli, ha messo a disposizione l’impegno economico necessario affinché il Tribunale di Teramo possa accogliere la proposta di concordato preventivo avanzata dalla Società Truentum per scongiurare il fallimento della stessa.

La società era stata messa in liquidazione obbligatoria dal Comune di Colonnella nel 2013 in quanto, per tre anni precedenti, la stessa presentava bilanci negativi.

“Il consiglio comunale ha provveduto a mettere a disposizione della procedura concorsuale delle risorse economiche importanti, al fine di ottenere la chiusura della Truentum con la procedura concorsuale”, sottolinea il sindaco Leandro Pollastrelli. “Con l’atto approvato, vogliamo scongiurare il fallimento della società con conseguenze negative per tutti i creditori interessati, banche ed acquirenti degli appartamenti realizzati dalla società. Devo purtroppo segnalare la inadeguatezza e negligenza del gruppo di minoranza che, dopo aver letto un documento privo di ogni fondamento, ha disconosciuto la realtà dei fatti ed ha abbandonato l’aula, lasciando alla sola maggioranza l’onere di approvare la delibera.

 

Lo ritengo un atto vile nei confronti di tutta la cittadinanza colonnellese che elegge i propri rappresentanti in seno al consiglio, proprio per assumere o meno delle decisioni, e non per disertare l’aula.