Corropoli, Liceo D’Annunzio: la proposta per il rilancio

Corropoli. Mentre si è in attesa di conoscere gli esisti di un imminente incontro tra il Comune e la Banca del Piceno, soci della fondazione Val Vibrata College (organismo che gestisce il Liceo D’Annunzio di Corropoli), arrivano anche le prime prese di posizione sulla vicenda.

 

Che sono di natura politica, ma non solo.

Una proposta arriva da Sara Cicolini (Corropoli Viva), che parla della possibilità di “far rientrare la struttura tra gli accordi del turismo religioso.

Questo progetto, infatti, si propone di valorizzare e ridare vita ai luoghi dello spirito. Si parla, quindi , della vecchia struttura che ospitava il liceo, quale la Badia di Corropoli che, nel 1018, era un Monastero. Quest’ultima è stata danneggiata a seguito del terremoto del 2016. L’avvenimento è stato uno dei motivi del declino della scuola ed è proprio da qui che il Comune dovrebbe ripartire. Se questo progetto rientrasse nell’accordo la scuola otterrebbe la sede d’origine.

Da anni il Comune temporeggia senza aver mai trovato una soluzione e non dichiarando le reali condizioni economiche del liceo tenendo allo scuro gli studenti e le famiglie.

La speranza dei ragazzi risiede in tutti coloro che hanno la responsabilità e la possibilità di risanare la situazione. Essendo una studentessa del liceo parlo a nome degli studenti che si ritroveranno a dover abbandonare la struttura”.