Dalla Coppa Interamnia alla Festa delle culture: il progetto FOTO VIDEO

Sarà la festa delle culture il prossimo obiettivo della “Interamnia World Cup”. Integrazione culturale tra i partecipanti che storicamente hanno fatto della Coppa teramana la capitale italiana della pallamano nei decenni passati, con un obiettivo per il 2022, in occasione del cinquantennale, di essere un appuntamento per l’intera Regione Abruzzo.

 

In questo senso, piena soddisfazione è stata espressa dal capogruppo della Lega in Consiglio Pietro Quaresimale per l’approvazione della legge da parte dell’Assemblea regionale, che finanzia l’Interamnia Wolrd Cup 2019 con 35 mila euro. Presenti a L’Aquila anche il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, il vice sindaco Maria Cristina Marroni ed il Presidente dell’Interamnia World Cup, Gigi Montauti. Per il sindaco di Teramo il rilancio del capoluogo passa anche attraverso l’istituzionalizzazione della Coppa Interamnia.

 

Occasione utile per allargare al territorio della provincia e possibilmente anche alla Regione la partecipazione attiva. In passato, come ha ricordato il “patron” della manifestazione, oggi presidente dell’Interamnia Wolrd Cup, Luigi Montauti, hanno partecipato alla manifestazione teramana ben 114 nazioni in rappresentanza di 5 continenti, confermati anche per la prossima edizione del 2020.

 

Dopo l’approvazione della legge che permette al Comitato organizzatore di contare su un contributo per l’anno in corso è stato auspicato da tutti i presenti la necessità di ottenere un intervento strutturale per l’avvenire che permetta davvero di raggiungere l’obiettivo di “Festa delle Culture”.