Elezioni, liceo scientifico. Corropoli Viva: gestione fallimentare del Comune

Corropoli. Il tema legato al futuro del Liceo D’Annunzio di Corropoli entra a pieno diritto nella campagna elettorale.

 

Qualche accenno era emerso nei giorni scorsi, ora la lista Corropoli Viva replica in qualche maniera all’amministrazione uscente accusata “con timide proposte di mascherare la gestione fallimentare del Val Vibrata College”, si legge in una nota.

“Le ultime dichiarazioni e le manovre affrettate per trovare una soluzione concreta, stranamente, avvengono dopo le dichiarazioni del fondatore Di Giminiani che ha portato alla cronaca la situazione di chiara difficoltà della scuola, di cui erano all’oscuro anche gli stessi genitori, che adesso si trovano a dover chiedere conto all’amministrazione.

È sconcertante la volontà di discolparsi interamente per una gestione fallimentare concretizzatasi di anno in anno dopo l’allontanamento di Giuseppe di Giminiani, il quale aveva tracciato un percorso che aveva portato la scuola, in poco tempo, ad essere un’eccellenza ed un riferimento sul territorio.

Ricordiamo che la gestione del personale, dopo l’addio di Di Giminiani è stata presa in carico dall’amministrazione che, imponendo i propri uomini, ha determinato la crisi attuale.

Attendiamo gli sviluppi della vicenda puntualizzando, che come abbiamo già scritto e riscritto che le soluzioni ci sono e che potevano e dovevano essere attuate da tempo; ma come nelle migliori campagne dei tempi che furono, prima si arriva al punto critico poi si cercano soluzioni dell’ultimo minuto.

Ci auguriamo che tra le soluzioni proposte non vengano dispersi fondi pubblici, ovvero dei contribuenti, per una risoluzione rapida ed approssimativa di una situazione già conosciuta da tempo”.