Elezioni, trame e accordi elettorali. D’Alonzo: alziamo il livello della competizione

Crognaleto. Giuseppe D’Alonzo, sindaco di Crognaleto, e candidato nell’ottobre scorso alla presidenza della Provincia (poi sconfitto da Diego Di Bonaventura) torna a parte di quella situazione.

 

“Le recenti dichiarazioni del consigliere di centrodestra (Futuro In) del Comune di Roseto Alessandro Recchiuti”, racconta,  “che rivela come consiglieri del centrosinistra da lui contattati abbiano di fatto appoggiato Di Bonaventura alle elezioni provinciali che mi hanno visto, a grande sorpresa, sconfitto, mi spingono ad una riflessione, seria su ciò che si profila all’orizzonte politico.

 

Di fatto in questi giorni sono ostati portati alla luce, esposti alla diffusione mediatica, patti segreti, trame oscure, disegni strategici che solo pochi potenti, nel chiuso di certe stanze, conoscevano e manovravano. Oscuri figuri che, nascondendosi dietro una plateale uscita dalla scena politica, in realtà continuano a tessere macabre tele di cui i cittadini, e chi la politica la fa mettendoci la faccia e rimboccandosi le mani, non pensa, e, se anche immagina, spera vivamente di sbagliarsi.

Invece no, ancora una volta assistiamo alla spartizione fatta in virtù di accordi sottobanco e ripicche tra potentati. Beh, io mi tiro fuori da tutta questa melma che soffoca quelli che sono i temi veri da affrontare con i cittadini e che dovrebbero recuperare la dignità delle pagine dei quotidiani spazzando via tutta questa mala politica. Pur essendo toccato in prima persona dagli accadimenti di cui si parla vorrei invece chiedere a tutti, a centrodestra e centrosinistra, di alzare il livello della competizione elettorale, di uscire dalle stanze della politica e incontrare le persone, di guardare oltre il proprio giardino, di occuparsi di ciò che alla gente sta a cuore: lavoro, sicurezza e risoluzione delle emergenze, scuola, salute”. (messaggio elettorale)