Giulianova, nessuna marcia indietro di Mastromauro: dimissioni confermate (NOSTRO SERVIZIO)

Francesco Mastromauro ha confermato le proprie dimissioni da sindaco di Giulianova. Non ha atteso neppure la mezzanotte di oggi, allo scadere del ventesimo giorno, come prevede la legge, da quel 6 ottobre scorso quando comunicò alla Prefettura di rassegnare le dimissioni annunciando di fatto di partecipare alle prossime elezioni regionali.

Nessuna marcia indietro da parte dell’ex primo cittadino giuliese che ha ricostruito il percorso dei dieci anni della sua amministrazione. Sarà al fianco di Giovanni Legnini che sarà il candidato governatore per il centro sinistra e con cui in questi giorni si è sentito ed incontrato.

Mastromauro ha ricordato inoltre come nel campo solidale la sua amministrazione abbia fatto molto, rinunciando al 50 per cento delle indennità creando un fondo da 100mila euro l’anno. Molte famiglie giuliesi hanno ottenuto sgravi importanti per la Tari, pagati tra l’altro tutti i debiti maturati con gli espropri.

Non si è fatto ricorso all’anticipazione di cassa e portato la raccolta differenziata al 75 per cento sul territorio comunale. Ha poi bacchettato il Partito Democratico, o meglio i consiglieri comunali Adalberta Chiodi, il segretario Gabriele Filipponi e Federica Vasanella. Li ha definiti inadeguati, oltre che smemorati.