Giulianova, Nicoletti attacca: ‘i finti leghisti non hanno accettato la mia candidatura’

Giulianova. Nuove polemiche in casa Lega a Giulianova. Walter Nicoletti, dopo aver presentato tutta la documentazione (curriculum vitae e casellario giudiziario) ha annunciato su Facebook che i vertici provinciali e regionali del partito di Salvini hanno rifiutato la propria candidatura a consigliere comunale.

La notizia gli è stata comunicata, nella giornata di ieri, dallo stesso candidato sindaco Pietro Tribuiani, spiegando che la candidatura non sarebbe stata accettata dai coodinatori provinciali e regionali.

“Da lunedì 29 aprile – scrive Nicoletti – parte la mia campagna elettorale da vero Leghista contro questi Finti Leghisti dell’ultima ora. Io dal 2014 (da quando anche il coordinatore regionale ha aderito al progetto nazionale allora chiamato Noi con Salvini) ho sposato il progetto nazionale di Matteo Salvini! Ho rivestito con passione l’incarico di coordinatore cittadino, facendo un pó di tesserati (veri) e molti gazebo da solo in piazza. Ho avuto un buon rapporto costruttivo con l’allora coordinatore Simone Angelosante, più da vicino con il provinciale Antonio Lattanzi. Poi hanno stravolto tutto (regionale e provinciale) e sono stato ‘sollevato’ dal mio incarico senza alcuna comunicazione, dalla sera alla mattina, e i nuovi ‘vertici’ hanno scelto chi pochi mesi prima mi diceva ‘Dì a Salvini che se po stà a Milano, a Giglie nge serve’….lo stesso che alle regionali ha sconfitto la nostra Giulianova (35,22% Lega ma non eletto)”

Walter Nicoletti aggiunge di non aver fatto mai politica “per avere vantaggi personali” e per questo fino al giorno del voto si divertirà a raccontare “un pó di cose, su persone e personaggi, su amici e amichette, su veri leghisti e finti, opportunisti e parassiti. Su favori e piaceri, su incarichi e nomine. Su persone piccole piccole….”.

Nel frattempo il candidato sindaco Tribuiani ha annunciato una conferenza stampa per presentare le liste domenica mattina (ore 11:30) al Kursaal.