La proposta di Montorio Polis: “Creiamo una circoscrizione elettorale per l’entroterra”

“L’entroterra teramano conta sempre meno non solo a livello istituzionale ma, anche e soprattutto, dal punto di vista politico”. A dirlo è Montorio Polis, il progetto politico che ha visto l’unione di Montorio 3.0 e Pentastellati Montorio.

“Su 105 candidati alle passate regionali della circoscrizione Teramo, solo 2 provengono da comuni “a monte” di Teramo e le 2 unità rappresentano un’involuzione rispetto agli 8 candidati delle regionali 2014. Un territorio spopolato vale poco, in termini elettorali, così come un territorio senza rappresentanza rischia di ottenere meno investimenti, meno fondi e di perdere posti di lavoro e residenti”.

“Noi, allora, abbiamo una proposta tesa a garantire al nostro territorio la giusta rappresentanza: creare una circoscrizione elettorale regionale che vada ad abbracciare tutti i comuni dell’entroterra, a scarsa rappresentanza istituzionale, dalla montagna Teramana alla Valfino – prosegue – L’iniziativa va attuata a mezzo di una modifica della legge elettorale regionale. La nuova ripartizione circoscrizionale sarebbe, sempre e comunque, modulata sulla base della popolazione rappresentata, rispettando così il principio di rappresentatività elettorale. Una nuova ripartizione, inoltre, potrebbe diventare una scelta “di sistema” che, a mezzo della creazione di micro-circoscrizioni, andrebbe a garantire una rappresentanza più capillare, in sede regionale, a tutti i territori della regione. Poichè si tratta di una questione di fondamentale importanza che investe tutto il nostro territorio, nelle prossime settimane saremo impegnati a chiedere un dovereroso sostegno a tutte le forze politiche territoriali, senza distinzione di area”.