Liceo D’Annunzio, Corropoli 3puntozero: situazione fumosa e il Comune fa orecchie da mercante

Corropoli. Una situazione fumosa, e le ultime sortite non contribuiscono di certo a fare chiarezza sulla vicenda. E’ quella del Liceo D’Annunzio e la posizione è quella del gruppo consiliare Corropoli 3punto zero.

 

“Le recenti dichiarazioni sul Liceo Aeronautico sono sempre più fumose e non certo rassicurano, ma confondono ancora di più. L’esternazione è di Franco Falò capogruppo di Corropoli 3puntozero – ” E’ assurdo che non ci siano dichiarazioni congiunte. Tre soci, 3 campane diverse con un unico risultato: zero soluzioni e solo la speranza che qualcosa cambi da solo. Dal bilancio emergono circa 300 mila euro di debiti, diversi dubbi sulle spese tra le quali quelle per l’associazione il Guiscardo (la stessa che ha gli appalti al Comune, ndr) che gestisce il convitto e che verrebbe pagata per un numero di studenti superiore rispetto a quelli che fruirebbero del servizio”.

L’altro consigliere di minoranza, Carmine Guercioni, parla di numeri.

 

“Se la dichiarazione della donazione dei 60.000 euro della società Globo”, aggiunge, “si trasformasse in realtà come pensano di coprire gli altri debiti? Le iscrizioni sembrano essere solo 60 e serviranno al massimo a coprire le spese di gestione (stipendi, materiale didattico, utenze, convitto, ecc.). E poi? A queste e ad altre domande devono rispondere altrimenti sono solo chiacchiere”

 

“Stiamo ancora aspettando che il Comune”, si legge ancora, “socio alla pari degli altri 2, si esprima finalmente, ci dica perché non si presenta ai Cda, perché non lo ritiene un problema importante da risolvere. Facciamo anche un appello all’attuale sottosegretario D’Annuntiis, promotore indiscusso del Liceo ed ex sindaco, che venga a supporto dell’attuale amministrazione e non soltanto sulle questioni che gli fanno comodo. Il nostro impegno continua sempre nel principale interesse delle famiglie degli studenti e dei cittadini tutti che hanno il diritto di sapere”.