Morro d’Oro, inaugurazione nuova palestra: l’intervento dell’ex sindaco De Sanctis

Morro d’Oro. Mario De Sanctis, ex sindaco del Comune di Morro d’Oro, interviene sul casus belli nato attorno all’inaugurazione, dello scorso 26 ottobre, nella nuova palestra a Pagliare.

 

L’intervento di De Sanctis è una vera e propria replica (condita da una circostanziata ricostruzione) alle affermazioni dell’altro ex sindaco, Poliandri.

 

“Sono stato accusato di aver tenuto un comizio elettorale durante l’inaugurazione di sabato 26 ottobre a Pagliare di Morro D’Oro”, si legge nella nota.

 

“A tutta la cittadinanza è ben nota la posizione contraria dell’ex Sindaco Poliandri sul progetto della nuova palestra approvato invece all’unanimità dalla precedente amministrazione che ho avuto l’onore di guidare.

Subito dopo la sua elezione l’ex Sindaco Poliandri, si è recato più volte presso gli uffici della regione Abruzzo di Pescara per apportare Variazioni al Progetto esecutivo della palestra da realizzare. Poiché l’opera era stata finanziata in parte con un contributo regionale a Fondo perduto di 200.000 euro ed in parte con un finanziamento del Credito sportivo di 400.000 euro, non ha potuto fare altro che prendere atto che apportando una qualunque variazione o rinuncia al progetto vi sarebbe stato un danno erariale del quale rispondere personalmente. Pertanto Poliandri è stato costretto, suo malgrado, alla realizzazione del progetto esecutivo così come approvato e finanziato dalla precedente amministrazione De Sanctis.

Inoltre, il Sig. Giorgio Di Carlo, attuale segretario del P.D. locale, nonché ex amministratore  del Comune di Morro D’Oro (da sempre contrario alla realizzazione della struttura nel luogo dove è stata progettata e successivamente realizzata) si è fatto promotore, come primo firmatario, di una raccolta di firme per un esposto presentato presso la Procura del Tribunale di Teramo nei miei confronti in qualità di Sindaco e dell’intera Giunta Comunale che aveva approvato il progetto esecutivo definitivo ritenendo che l’intero iter progettuale-amministrativo fosse affetto da gravi irregolarità di tipo penale.

 

La Procura della Repubblica al termine di una approfondita indagine, con un fascicolo di oltre 150 pagine, ha archiviato il procedimento penale con la seguente motivazione: ” La notizia di reato si è rilevata infondata……” Pertanto “ringrazio” il Sig Giorgio Di Carlo e tutti i firmatari dell’esposto che con la loro denuncia hanno permesso di accertare la correttezza legale del mio operato e della mia Giunta sulla realizzazione del Progetto Palestra.

Il mio intervento inaugurale non è stato un “comizio elettorale” ma una semplice costatazione di fatto che in cinque anni l’Amministrazione Poliandri e il segretario di partito, non sono riusciti (o forse non hanno voluto) ad ultimare ed inaugurare una struttura sportiva che dal giugno 2017 hanno adibito a rimessa attrezzi ed automezzi.

Finalmente l’attuale Amministrazione Sulpizi (“inesperta” ma efficiente ed efficace), in pochissimo tempo dall’insediamento, ha ultimato le pratiche burocratiche rimaste e inaugurato la struttura a beneficio di tutta la collettività”.