Pineto, danni mareggiata: la Regione c’è. Per il sottosegretario D’Annuntiis ‘è mancata’ in passato

Pineto. “Vorrei far presente al Sindaco, ora che è uscito da un letargo durato 5 anni, che la Regione deve, ma soprattutto doveva, farsi carico della situazione”. Così Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, interviene nella polemica che si è sollevata all’indomani della violenta mareggiata che ha distrutto la costa a nord di Pineto.

 

“Nel rassicurarlo sul fatto che questa Giunta si sta adoperando con il massimo sforzo, tant’è che ha già individuato risorse per 3,5 milioni, di cui 2 milioni per i provvedimenti di somma urgenza e 1,5 milioni per opere successive”, continua il sottosegretario, “vorrei ricordare che fino allo scorso febbraio ha governato una Giunta Regionale di Centro Sinistra con in maggioranza un ex Sindaco di Pineto. Tale Giunta, che ancora oggi si vanta di aver destinato risorse importanti al territorio, non ha pensato di destinare mezzi che potessero affrontare seriamente tale problema, anzi ha preferito la politica di interventi “a pioggia” e spesso poco utili”.

Infine, “sempre in uno spirito di collaborazione tra Enti, invito il Sindaco di Pineto, che dispone dal 2017 di un finanziamento di circa 1 milione di euro per lavori di protezione della costa, ad accelerare le procedure, provvedendo in tempi brevi alla progettazione di queste opere che in oltre due anni non è stata attuata. Nel rimanere a disposizione, sono certo che per affrontare un’emergenza come questa ci sarà il concorso di tutti gli attori, Comuni, Regione e Governo”, conclude D’Annuntiis.