Pineto, visita della Lega alla scuola di Scerne. Verrocchio: ‘scarso rispetto istituzionale’

Pineto. Dopo la polemica sollevata (clicca e leggi) dal dirigente scolastico di Pineto, Gaetano Avolio, per la visita alla scuola di Scerne dell’assessore Piero Fioretti, accompagnato dal consigliere comunale Luca Di Pietrantonio, anche il sindaco Robert Verrocchio critica gli esponenti della Lega.

Abbiamo appreso  – commenta il primo cittadino – in maniera del tutto casuale, attraverso i social network, e poi avuto conferma dal dirigente scolastico professor Gaetano Avolio, della visita dell’Assessore Regionale con delega alla Pubblica Istruzione e all’Edilizia Scolastica Piero Fioretti, al plesso di Scerne di Pineto del nostro Istituto Comprensivo ‘Giovanni XXIII’ durante l’orario scolastico. Ad affiancarlo nella visita il consigliere di minoranza del Comune di Pineto, in forza alle Lega come l’Assessore regionale, Luca Di Pietrantonio e altri referenti del carroccio senza competenza alcuna in materia e di edilizia scolastica e pubblica istruzione. Nella loro visita non hanno coinvolto il Comune, ente compente sull’infrastruttura, né sottoscritto o l’assessore al ramo Vincenzo Fiorà, e hanno anche evitato di informare il dirigente scolastico, il quale – come mi ha riferito – non era a conoscenza di questa visita istituzionale. Un fatto piuttosto singolare che ci ha lasciati basiti e perplessi, ci risulta invece che a Silvi (comune amministrato dalla Lega) in occasione di una analoga visita l’assessore regionale abbia informato il Comune e la dirigenza scolastica. Avremmo avuto il piacere di accompagnare l’Assessore ben volentieri mostrando non solo le strutture che abbiamo, ma avremmo anche esposto le ambiziose progettualità che sono in corso, alcune delle quali portate avanti con fondi regionali”.

“Quanto successo è stato spiacevole – prosegue Verrocchio – poiché tradisce scarso rispetto delle istituzioni locali e della scuola stessa non avendo informato gli organi di vertice di entrambe le realtà, per questo l’auspicio è che in futuro l’Assessore voglia agire contattandoci, dimostrando così la volontà di collaborare con il nostro Comune a tutto vantaggio della comunità pinetese”.

“Quanto alla polemica sollevata dopo la visita, relativa all’assenza della palestra nel plesso di Scerne, ci teniamo a precisare che i ragazzi praticano Educazione Fisica in altra struttura quindi il diritto allo svolgimento di questa disciplina viene assolutamente garantito, ma apprendiamo con molta soddisfazione l’impegno dell’Assessore su questo argomento il quale sembra aver dichiarato di volersi impegnare con ‘dedizione’ verso la soluzione di questo problema. Prendiamo dunque atto di questa sua volontà e siamo a disposizione per lavorare in maniera sinergica in tal senso”, conclude il sindaco di Pineto.