Referendum, Valle Castellana: il movimento civico chiede l’inserimento nella Città Territorio

Sant’Omero. Nella settimana che porta al referendum per il passaggio nelle Marche di Valle Castellana (si vota domenica 8 marzo), Domenico Di Matteo, presidente del Comitato Civico Val Vibrata Monti della Laga, ha avanzato una proposta ufficiale a Pietrangelo Panichi, presidente dell’Unione dei Comuni.

 

Proporre, attraverso una richiesta ufficiale al Comune di Valle Castellana di entrare a fare parte della Città Territorio e portare, così, a 13 il numero delle municipalità che fanno parte del consorzio intercomunale.

“Così facendo”, spiega Domenico Di Matteo, ” nascerebbe un grosso polo turistico, ambientale e di estremo interesse con politiche trasversali (mare, collina, montagna) tre le più belle d’Italia.

Nel contempo, la cittadina di Valle Castellana si ritroverebbe protetta e promossa da un fortissimo consorzio di comuni, capace di attrarre investimenti e risolvere, in maniera definitiva, le problematiche derivanti soprattutto dai cattivi collegamenti con la città di Teramo e con il mare”.