Referendum, il sindaco di Ascoli pronto ad accogliere Valle Castellana

Valle Castellana. “Ritengo che il Piceno, per avere una grande visione futura, debba avere la capacità di aprirsi. E questa richiesta di Valle Castellana a mio avviso non è solo un’importante opportunità per il territorio, ma anche per migliorare la qualità delle politiche della montagna e tutto ciò che riguarda il rilancio di Monte Piselli”.

 

Lo afferma in una nota il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti commentando l’intenzione del Comune di Valle Castellana, in provincia di Teramo, di indire un referendum per annettersi alla provincia di Ascoli e alle Marche. “Siamo pronti ad accogliere a braccia aperte la comunità di Valle Castellana.

 

Sicuramente, e di questo siamo consapevoli, ci saranno inevitabili difficoltà burocratiche e amministrative ad accompagnare l’eventuale ingresso dei nostri vicini abruzzesi nella regione Marche. Ma – assicura Fioravanti – non sarà di certo questo a negare loro il nostro più caloroso benvenuto: anzi, siamo convinti che un approdo di Valle Castellana nel Piceno possa solo dare nuovo slancio turistico ed economico al territorio inteso nella sua più completa totalità.

 

Per questo motivo, se la comunità di Valle Castellana deciderà con il voto dei propri cittadini di entrare a far parte della nostra regione, saremo pronti ad ampliare i nostri confini e ad accoglierli come fratelli” conclude il sindaco di Ascoli.