Roseto, ex mattatoio: la giunta avvia le procedure per la vendita

Roseto. Il Comune avvia le procedure per la vendita dell’area dell’ex mattatoio. Su impulso del sindaco Sabatino Di Girolamo la Giunta comunale di Roseto ha provveduto ad approvare oggi le linee di indirizzo per dare il via alla procedura di alienazione dell’area di proprietà comunale.

 

Con questo procedimento di fatto si dà il via libera all’indizione della gara che verrà bandita nei prossimi giorni e che fissa la base d’asta dell’area di via Fonte dell’Olmo a un importo di 4milioni e 50 mila euro.

L’aggiudicazione sarà attribuita dunque al soggetto che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa il cui prezzo sia migliore o almeno pari all’importo fissato a base d’asta. La Giunta ha tuttavia disposto che in caso di gara deserta il valore potrà essere ribassato per due volte del 10%.

Il sindaco Sabatino di Girolamo così ha commentato questo passaggio: “L’ex mattatoio è uno dei beni più appetibili e di valore che questa Giunta ha inserito in un piano di alienazioni molto articolato. Un piano, prosegue il sindaco, che prevede anche la vendita di alcune scuole dismesse, di un’area fabbricabile a nord, i parcheggi del Proust Monti e Villa Clemente”.

“E’ evidente – conclude il sindaco – che questo piano è teso a colmare il deficit 2015 ancora scoperto per oltre 1 milione di euro e va nella direzione del risanamento dell’ente che questa amministrazione si sta facendo carico di portare avanti con non pochi sacrifici. Spero che il mercato possa rispondere positivamente a questo nuovo stock di beni messi in vendita (di cui alcuni di particolare pregio), in modo da poter completare l’opera di messa in sicurezza dei conti del Comune, ma anche di dare  attuazione a un vasto programma di manutenzioni che abbiamo in animo di mettere a punto nel prossimo anno”.